La strana autodenuncia del Dipartimento Edilizia Scolastica

 I consiglieri comunali Libero Gioveni e Claudio Cardile, che proprio nei giorni scorsi avevano sollevato in tutti i suoi aspetti normativi e tecnici l’incredibile e sempre più concreta possibilità che al prossimo 31 dicembre il 50% delle scuole cittadine rischiano la chiusura e altri plessi invece l’avvio dei doppi turni, ieri pomeriggio si sono incontrati con l’ing. Sciacca nella sede dell’ex Ispettorato del Lavoro, in una lunga riunione che finalmente ha chiarito alcuni passaggi.

Gioveni e Cardile hanno rappresentato al Dirigente tutta la loro preoccupazione per questa scadenza che la Legge n. 128/2013 fissa per tutte le scuole di produrre i CPI (certificati di prevenzione incendi), condizione, questa, impossibile da ottemperare sia per i tempi ristrettissimi, sia perché le somme necessarie per adeguare i plessi privi del certificato sono state quantificate in 31 milioni di euro. Ebbene, Sciacca ha spiegato e chiarito ai due consiglieri comunali che ai dirigenti scolastici l’ultimatum non è stato dato a seguito di questa norma (sulla quale lo stesso capo dell’Ispettorato ha promesso di non infierire), bensì a seguito di una lettera scritta direttamente dal Dirigente del Dipartimento edilizia scolastica, ing. Ajello, che denunciava alla stessa DTL e all’ASP le precarie condizioni di sicurezza in gran parte delle scuole di proprietà comunali!

Tale atto di “autodenuncia” (certamente anomalo nella forma), ha inevitabilmente prodotto anche l’interesse sulla vicenda da parte della Procura che ha delegato lo stesso Sciacca ad intervenire. Nonostante ciò, però – proseguono Gioveni e Cardile – quest’ultimo non ha voluto tenere conto della scadenza della norma, conscio dell’impossibilità di adeguare i plessi in così poco tempo; ha deciso quindi di inviare a tutti i dirigenti scolastici un questionario che servisse a fare uno “screening” di tutti i plessi, per capire quali erano le maggiori criticità da affrontare e su cui poter intervenire inizialmente anche con le piccole somme a disposizione!

In un primo momento Sciacca aveva dato 15 giorni di tempo ai dirigenti, ma non avendo ricevuto da loro nessuno dei 120 questionari, decise, dopo averli convocati e incontrati nella sede della DTL spiegando loro che per la compilazione avrebbe potuto mettere a disposizione anche dei tecnici a quelle scuole che ne risultavano prive, di fissare al 31 dicembre la data ultima di consegna del questionario, a prescindere da un’eventuale proroga del Governo sulla scadenza per la presentazione dei CPI.

Pertanto, occorre dire che in questa fase basterebbe la sola compilazione e consegna del questionario per evitare sia i doppi turni che addirittura la chiusura dei plessi.

Inoltre – spiegano i due consiglieri – l’ing. Sciacca ha confermato che questo percorso (che non dovrebbe essere visto come un “muro contro muro” bensì come l’avvio di un periodo che serva finalmente a rendere le scuole cittadine più sicure), troverebbe anche un concreto riscontro economico anche da parte del Governo che già da tempo con numerosi bandi pubblicati permette di intercettare risorse per i necessari progetti di adeguamento dei plessi, senza considerare il fatto (non meno importante) – e su questo Sciacca, Gioveni e Cardile concordano insieme – che tutto il settore dell’edilizia in città (tecnici, manodopera e tutto l’indotto), fortemente in crisi, potrebbe trarne senz’altro beneficio.

Auspichiamo a questo punto – concludono Gioveni e Cardile – se sono davvero andati così i fatti (e non abbiamo motivo di dubitare), che prevalga il buonsenso da parte di tutti nell’esclusivo interesse sia della sicurezza di migliaia di ragazzi (e dei loro genitori) che vivono metà della loro giornata nei precari plessi comunali, sia a garanzia di tutti i dirigenti scolastici a cui, come è noto, il D.Lgs. 81/2008 attribuisce loro, come datori di lavoro, responsabilità penali in materia di sicurezza.

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI