Gettonopoli Messina, rinviati a giudizio diciassette consiglieri comunali

Lo scorso 18 marzo la richiesta di rinvio a giudizio in merito al procedimento giudiziario definito “Gettonopoli”, per 19 consiglieri comunali di Messina accusati di avere partecipato solo pochi minuti alle sedute delle Commissioni consiliari, al solo scopo di incassare il gettone di presenza. Oggi è stato confermato il rinvio a giudizio per 16 consiglieri comunali (uno era stato rinviato a giudizio due giorni fa), Maria Perrone è stata prosciolta, mentre per Pietro Iannello si deciderà il prossimo 7 aprile, per un difetto di notifica.

Il prossimo 28 settembre dovranno comparire davanti ai giudici per la prima udienza i consiglieri Carlo Abbate, Pietro Adamo, Pio Amadeo, Angelo Burrascano, Antonino Carreri, Giovanna Crifò, Nicola Crisafi, Nicola Cucinotta, Carmela David, Paolo David, Libero Gioveni, Nora Scuderi, Santi Sorrenti, Fabrizio Sottile, Benedetto Vaccarino e Santi Daniele Zuccarello che dovranno rispondere dei reati di abuso d’ufficio, truffa e falso.

Nei giorni scorsi, il consigliere Andrea Consolo è stato rinviato a giudizio dal gup Eugenio Fiorentino, in quanto era stata accertata la parentela con il gup Maria Vermiglio che oggi ha deciso i rinvii a giudizio degli altri sedici consiglieri comunali.

 

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI