Palano Quero fa le pulci ai conti dei dirigenti: “Per riaprire Parco Aldo Moro servono 30 mila euro”

La riapertura e fruizione ai cittadini del Parco Aldo Moro di Messina subisce uno stop. Il dirigente, ing. Domenico Manna, e il direttore del servizio Verde Pubblico, arch. Santi Denaro, del comune di Messina affermano che “...da una prima valutazione tecnica, il costo presunto di un progetto in tale area, comprensivo della messa in sicurezza è di circa € 500.000, a cui si aggiunge il costo della manutenzione annua…”. Considerate le asfittiche casse comunali, ciò significa che l’apertura del Parco alla libera fruizione sarebbe preclusa. Ma è congrua la stima presunta? E su quali dati oggettivi si basa? Questi i quesiti che il presidente della IV Circoscrizione Francesco Palano Quero ha posto in una nota inviata a palazzo Zanca. Nella missiva, Palano Quero evidenzia che i due dirigenti hanno omesso di produrre una distinta, anche di massima, con la quale motivare i costi, anche suddivisi per macrocategorie, che portano all’importo finale di euro 500.000,00. Inoltre, non è riportata la stima relativa ai costi di manutenzione annua, che pure si dovrebbero comprendere nell’ottica di una corretta gestione del parco pubblico.
“Se si tenesse conto esclusivamente della componente vegetale del parco, invero, il costo di euro 500.000,00 appare-afferma il presidente della Circoscrizione-, sinceramente, spropositato. Da consultazioni avute con diverse imprese locali, infatti, i costi relativi a ripuliture dei terreni, decespugliamenti, recinzioni perimetrali, sagomature siepi, eventuali potature sono relativamente ridotti, in considerazione dell’estensione del parco Moro”. Francesco Palano Quero ha  verificato i prezzi unitari riportati nel “Prezzario regionale per opere ed interventi in agricoltura e nel settore forestale” a cura della Regione Siciliana, provando a quantificare i costi relativi alla sistemazione dell’area verde:
Decespugliamento tramite decespugliatore G.1.6.4 € 1.320,00 Ha. 1,30 € 1.716,00.
Movimento terra per livellamento superficiale G.1.7 € 324,0 Ha. 1,30 € 421,20.
Spietramento G.1.7 € 540,00 Ha. 1,30 € 702,00.
Recinzione perimetrale in pali di legno e rete G.4.3 € 7,46 ml. 500 € 3.730,00.
Realizzazione di staccionata in legno G.4.21 € 13,92 ml. 200 € 2.784,00.
Fornitura e posa in opera di area pic nic G.7.4 € 1.220,00 cad. 3 € 3.660,00.

La cifra totale per le operazioni minime per rendere agibile l’area è di € 13.013,20. Ma, anche considerando altri interventi più complessi, come eventuali potature, nuove piantumazioni, sagomature siepi, le cifre rimarrebbero contenute:
Potature: € 250,00/albero x 30 alberi = € 7.500,00
Piantumazioni: a corpo € 5.000,00
Sagomature siepi: a corpo, per ml. 200: € 2.000,00
Sommano le operazioni: € 14.500,00. Di conseguenza, in base ai calcoli del presidente della Circoscrizione, i costi relativi alla manutenzione dell’area verde sarebbero inferiori ai 30.000 euro.
“Allora, quali altre voci ha considerato il Dipartimento Verde Pubblico per raggiungere i 500.000 euro? -si chiede ancora Francesco Palano Quero-. Si prova a indovinare, visto che non sono stati dati altri dettagli: Impianto di illuminazione: € 30.000,00 Impianto di videosorveglianza: € 50.000,00 E si arriva a un totale di € 110.000. E poi? Dalla nota del 31-01-2018 gli scriventi fanno riferimento, a un certo punto, di utilizzi di ruderi, ristrutturazione edilizia, di nuove destinazioni e di recupero di reperti archeologici. Hanno forse compreso i costi relativi a queste voci nella stima finale? Non è dato sapere. In ogni caso, questi interventi, seppur auspicabili nell’ottica di un recupero funzionale e completo del parco Aldo Moro, non sono da considerare, certamente, essenziali ai fini della fruizione pubblica. Si potrebbe, in tal caso, provare ad attingere ai fondi messi a disposizione dai numerosi bandi pubblici regionali, nazionali ed europei, ma certamente non si dovrebbe reputarli come conditio sine qua non per il prospettato trasferimento della gestione del parco dall’Istituto di geofisica all’Amministrazione comunale. Pertanto -conclude ironico il presidente della Circoscrizione-, secondo voi, riusciremo ad inaugurarlo e renderlo fruibile, finalmente, questo benedetto Parco? O, forse più probabilmente, lo farà il prossimo Sindaco?”.

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI