Otto lavoratori in nero scoperti dai Carabinieri, maxi multe ed attività sospese

I Carabinieri del NIL e del Comando Provinciale di Messina, unitamente agli Ispettori del Lavoro civili e su impulso del Direttore Territoriale del Lavoro, proseguono la campagna di vigilanza annuale, continuando a far emergere lavoro nero ed irregolarità contrattuali. I Carabinieri hanno particolare attenzione e si dedicano con fermezza al contrasto di questo fenomeno. I controlli dell’ultima settimana si sono svolti con particolare attenzione nel settore del commercio, ma anche in edilizia, a Messina.

Sono state controllate 16 aziende e verificate 36 posizioni lavorative; scoperti 8 lavoratori in nero su 14 presenti in quattro diverse società, per cui in due casi è stata adottata la sospensione dell’attività imprenditoriale. Contestate sanzioni comprensive delle maxisanzioni per il lavoro nero per 16.800,00€, ammende per 1.000,00€ e recuperi di contributi e ritenute previdenziali INPS per 35.237,12€.

Nel corso dei controlli effettuati a Messina da militari e Ispettori civili, in un panificio, sono stati scoperti 2 lavoratori in nero su 2 presenti, pertanto è stata sospesa l’attività imprenditoriale. In un parrucchiere, scoperti 2 lavoratori in nero su 6 presenti e l’omissione della lettera d’assunzione; anche in questo caso è stata sospesa l’attività imprenditoriale.

Presso una ditta di abbigliamento, è stato sorpreso 1 lavoratore in nero su 2 presenti, in una ditta di materiali edili, riscontrati 3 lavoratori in nero su 4 presenti. Al titolare di un’azienda edile è stata contestata la mancata predisposizione della viabilità di cantiere e la mancanza del para sassi prospiciente la pubblica via.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni con la massima variazione di obiettivi ed orari.

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI