Città di Messina demotivato e poco pungente torna sconfitto da Nocera

Seconda sconfitta consecutiva per il Città di Messina, apparso demotivato e distratto nei momenti decisivi della sfida contro la Nocerina. Un buon primo tempo, in cui l’ordine tattico aveva portato pochi pericoli alla porta di Amella, vedeva il Città di Messina sfiorare il vantaggio con Feuillassier.
Nella seconda frazione la reazione locale, nemmeno troppo incisiva, non trova risposta in Bombara e compagni, quasi mai pericolosi e costretti nella propria metà campo a giocare di rilancio.

Dieci minuti di consueto studio per le due squadre, dove le deboli emozioni provengono da un rinvio svirgolato di Amella al 4’ e da uno spunto poco produttivo di Cannino al 5’. Rossoneri avanti all’11’ con Simonetta ma un attento Bombara allontana il pericolo. È il 17’ e il Città di Messina confeziona la migliore occasione della propria partita: Galesio sulla sinistra riceve il pallone, mette dentro per Feuillasier che trova una difficilissima conclusione, distante pochi centimetri dal palo. Feuillassier fa il bello e il cattivo tempo in avanti, creando non pochi problemi alla retroguardia dei padroni di casa.
Al 33’ la Nocerina sfrutta l’out mancino ma il cross di Simonetti per Orlando trova l’attaccante in precario equilibrio. Pallone sul fondo. Fragapane sfonda al 38’, assist per Cardia che manda oltre la traversa dalla distanza.

Al 56’ Ruggiero bussa alla porta di Amella, respinta così così del classe 99’ ma ottima chiusura sul tentativo di tap-in di Orlando. Cresce la Nocerina che all’ora di gioco confeziona una buona chance dalla sinistra, Festa per Orlando di poco in ritardo. I rossoneri passano al 70’: rimessa laterale sull’out mancino, Ruggiero indisturbato penetra in area e con un mancino sporcato fa 1-0. Manca la reazione del Città di Messina e la girandola di cambi ridisegna i giallorossi con il 3-4-3. All’82’ l’occasione giusta per il pari: Caso svirgola in rinvio, crossando involontariamente per Galesio, l’argentino svetta di testa e manda di poco fuori. Da qui in avanti tanti falli, con il cronometro che scorre inesorabile. Nel finale Cioffi viene espulso per manata su Galesio. Codagnone da poco entrato, ristabilisce la parità numerica per una brutta entrata a metà campo.

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI