La Guardia Costiera sequestra 740 kg di “novellame di sarda” a Villa San Giovanni

Altro colpo messo a segno dai militari della Guardia Costiera di Reggio Calabria e di Villa San Giovanni che nell’ambito dell’operazione complessa denominata “Asso di Spade” disposta dal Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima regionale, ha posto sotto sequestro circa 7 quintali e mezzo del pregiatissimo e richiestissimo “bianchetto”.

Nel corso dell’attività, protrattasi per tutto il pomeriggio di ieri 22 marzo sino alla tarda serata, i militari della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria e dell’Ufficio Locale Marittimo di Villa San Giovanni hanno intercettato un mezzo frigo che, in un primo momento, ha fatto perdere le sue tracce ma successivamente, grazie alla capillare distribuzione del personale sul territorio, è stato fermato nella frazione Santa Trada del Comune di Villa San Giovanni. All’interno della cella frigo del mezzo, condotto da A.T.(classe 1970) di Bagnara Calabra, sono state rinvenute ben 148 cassette in polistirolo contenenti novellame di sarda, molto probabilmente destinato al mercato locale e/o siciliano.

L’autista, è stato identificato e denunciato in stato di libertà alla Autorità Giudiziaria di Reggio Calabria, mentre l’intero prodotto ittico per un totale di 740 kg è stato posto sotto sequestro penale. Trattasi di un ennesimo ingente quantitativo di novellame sequestrato, che avrebbe potuto fruttare nel florido mercato oltre 15.000 Euro.

Dopo la certificazione del dirigente medico veterinario competente del servizio veterinario Area “B” della locale ASP 5 Dott. Matteo Sidari, che ne ha attestato l’idoneità al consumo umano e l’autorizzazione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria Dott. Gianluca Gelso, tutto il prodotto è stato donato in beneficenza ad alcuni istituti caritatevoli locali per il successivo consumo presso le mense degli stessi.

L’attività di vigilanza pesca è stata altresì condotta simultaneamente anche nel porto di Reggio Calabria dove gli uomini della Guardia Costiera hanno ispezionato tutti i mezzi isotermici in transito e diretti per la Sicilia. Dall’inizio del 2016, i risultati ottenuti dai militari della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria e dal personale dipendente, fanno ammontare il quantitativo di novellame di sarda posto sotto sequestro ad oltre 4 tonnellate. Un’operazione in favore della tutela del mare, intensificata ulteriormente con l’approssimarsi della Santa Pasqua, per scoraggiare chi ancora pratica la pesca di pesci allo stato neonato che sono un’importante anello della catena alimentare marina, in quanto favorisce la crescita di altre specie cosiddette pelagiche.

 

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI