Ennesima emergenza rifiuti a Messina ennesima richiesta di dimissioni a Ialacqua

Chi pensava che pagando un balzello enorme sulla Tari avesse visto una città più pulita, purtroppo si sbagliava. Siamo di fronte all’ennesima emergenza rifiuti in città che arriva come regalo di Pasqua da un’amministrazione che, in tal senso, ha dimostrato di non avere i requisiti per potere gestire con efficienza l’igiene ed il verde pubblico. Da quasi tre anni la situazione non è affatto migliorata rispetto a prima, anzi. I cittadini continuano a convivere con i “rifiuti in bella vista” che hanno fatto anche da contorno al passaggio del corteo di “Libera” in diverse zone cittadine.

Per il consigliere Libero Gioveni, questa ennesima emergenza rifiuti a ridosso delle festività pasquali, non può che avere un’unica risultante: le dimissioni dell’assessore all’igiene cittadina Daniele Ialacqua. Non è la prima volta che vengono invocate e non sarà neanche l’ultima. La risposta dell’assessore e dell’amministrazione la conosciamo a memoria, ma il battagliero rappresentante dell’Udc non si arrende e persevera nella sua richiesta.

“Adesso basta! – sentenzia Gioveni. I cittadini sono stanchi, non ci possono essere più alibi che tengano! Bilancio non approvato, discarica chiusa, meno entrate in cassa, rebus ordinanze sulla piattaforma di Pace, dipendenti legittimamente in agitazione per la mancata corresponsione degli stipendi (a cui non si può non essere solidali), mezzi guasti; insomma – afferma il consigliere comunale – tutto questo non può più rappresentare un motivo per non far gettare la spugna a chi avrebbe dovuto rivoluzionare un sistema che fa acqua da tutte le parti!

D’altro canto – prosegue Gioveni – come gruppo Udc avevamo chiesto in più occasioni in Aula al sindaco di rimuovere il suo assessore, anche per dare un segnale forte di cambiamento, ma evidentemente questo cambiamento nella gestione dei rifiuti non lo si vuole con i fatti! E i fatti – afferma il consigliere – dovrebbero essere anche legati al definitivo transito dei dipendenti della società in liquidazione all’Amam, per il cui iter il Consiglio Comunale ha fatto già la sua parte modificando lo statuto della società di viale Giostra!

Adesso tocca alla giunta effettuare il passaggio! Come e quando avverrà tutto questo?? – si chiede l’esponente Udc-. Sono interrogativi che necessitano delle necessarie risposte – conclude Gioveni – perché l’incertezza che regna sovrana da anni nel delicato settore dei rifiuti non fa bene né agli stessi dipendenti, né tanto meno agli esasperati cittadini che magari, chissà, forse si sentiranno dire anche questa volta dal buon Ialacqua di tenere i loro rifiuti a casa nei giorni di Pasqua e Pasquetta! E allora…dimissioni subito!”.

 

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI