Spaccio di droga nel rione Mangialupi, 29enne condannato a 2 anni e mezzo di reclusione

I Carabinieri di Messina Gazzi e Tremestieri hanno arrestato il 29enne Giuseppe Lo Cascio, colpito da un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina. Il giovane è stato ritenuto colpevole dei reati di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, commessi a Messina tra gli anni 2008 e 2010, e dovrà espiare una pena di 2 anni, 6 mesi e 13 giorni di reclusione.

Lo Cascio era stato tratto in arresto nel gennaio 2013, nell’ambito di un’operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Messina in cui è stata data esecuzione ad un provvedimento cautelare in carcere nei confronti di 11 persone, ritenute appartenenti a due distinte organizzazioni criminali, che avevano base nel rione Mangialupi ed erano dedite, rispettivamente, una al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, mentre l’altra alla commissione di furti.

Durante le indagini i Carabinieri hanno anche individuato una cellula di spacciatori che gestiva a livello famigliare un’organizzazione dedita al traffico di droga, che aveva la sua base operativa nel rione Mangialupi e che riforniva anche altri centri. Cocaina, eroina, hashish e marijuana arrivano da Palermo, Catania e Reggio Calabria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SEGUICI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

6,704FansLike
537FollowersFollow
1,057FollowersFollow

ULTIMI ARTICOLI