Preziosissima vittoria del Messina contro il Gela, + 4 dalla zona play out

Calcio In Evidenza

Un successo esterno che vale oro. Il Messina batte il Gela e si porta a 31 punti in classifica, a quattro punti di distanza dalla zona play out. Le concomitanti sconfitte delle squadre di bassa classifica consentono ai biancoscudati di tirare un gran sospiro di sollievo e guardare con maggiore fiducia al proseguo del campionato. Il risultato finale 1-0 grazie al gol di Catalano. Un successo che poteva essere ben più ampio, ma i padroni di casa nei minuti finali del secondo tempo hanno sprecato diverse occasioni da rete.

Parte subito forte il Messina e al 4’ ci prova Amadio, costringendo Pizzardi a una respinta con i pugni. La risposta del Gela arriva dopo due minuti con Retucci che inzucca bene su corner di Mannoni, ma la mira non è precisa. All’11’ il Messina si dispera per una traversa colpita da Cocimano. Ancora Messina al 36’ con un bel colpo di testa di Zappalà che colpisce l’eserno della rete, dando l’impressione del gol. Quasi allo scadere, il Gela spreca un’azione offensiva, grazie a un errore di Retucci che calibra male un passaggio su Polito.

Inizia la ripresa, pronti, via e il Gela si rende subito pericoloso con Polito, Jairo respinge con i pugni. Al 4’, Cocimano pressa Mannoni al centrocampo, gli ruba la sfera e si invola, vede Catalano sulla destra, lo serve bene e l’attaccante giallorosso infila Pizzardi con un bel diagonale preciso e angolato: 0-1. Al 17’ il Messina ha l’occasione di raddoppiare e chiudere la partita: Mileto non riesce a bloccare la sfera, ne approfitta Catalano che serve benissimo Arcidiacono, l’attaccante in spaccata colpisce la sfera, ma fallisce il gol a porta vuota. Inizia la girandola dei cambi e Biagioni cerca di coprirsi in difesa facendo uscire Tedesco e Amadio per Bossa e Mbaye, mentre il Gela getta nella mischia l’ex Ragosta e Costarelli. Il Messina si rilassa un po’ troppo e il Gela ricomincia a macinare gioco; al 37’ ci prova Mengoli, ma Jairo è attento. Dopo tre minuti, il tiro di Ragosta viene respinto corto da Jairo, la sfera arriva sui piedi di Retucci che, incredibilmente, da breve distanza calcia alle stelle. Al 43’ Ragosta di testa fallisce il gol del pari. Sarà l’ultima azione degna di nota, dopo 5 minuti di recupero i biancoscudati gioiscono per i tre preziosi punti conquistati.