La pittrice messinese Antonella Bonaffini abbraccia la Caritas

Cultura In Evidenza
Di Antonella Bonaffini i i giornali hanno scritto parecchio, forse in virtù della produzione artistica straordinaria in suo possesso, che le ha fatto ottenere subito il favore unanime della critica, o forse, semplicemente grazie ad una sensibilità diversa che l’ha sempre contraddistinta ma che questa volta, mette il gioco il cuore abbracciando le Caritas dell’intero paese. In un comunicato stampa è l’enturage composto da Barbara Turiaco, Daniela Pacelli e Marco Grilli, suo critico ufficiale, a dare la notizia. Antonella Bonaffini, Messinese purosangue, abbraccerà le Caritas, donando un’opera per ogni struttura presente in ogni capoluogo di Italia ed il ricavato, si legge nella nota, andrà interamente devoluto a queste strutture. I dipinti se venduti, verranno tempestivamente sostituiti. Un modo molto personale di tendere la mano agli Ultimi, le persone più sfortunate, quelle che a causa di una condizione non favorevole sono purtroppo state costrette a vivere la loro esistenza nell’ombra, ma di cui, nonostante il successo, la Bonaffini sembra non essersi mai dimenticata.  Il suo impegno nel sociale, è sempre stato costante ma un’iniziativa del genere, oltre ad essere coraggiosa, sicuramente delinea una personalità che crede che i  fili di questa nostra dislocata vita, debbano essere mossi da una giusta motivazione. E per la Pittrice del Buio, gli Ultimi, sembrano essere una validissima motivazione.
 
“Partirò sempre dagli Ultimi, perché ho sempre ritenuto che chi è arrivato sul podio, non abbia più né la voglia né il tempo di poter insegnare” afferma l’artista. La prima opera sarà donata alla Caritas di Messina ed ha come titolo “Madonna Col Bambino” un’immagine, ancora una volta simbolica e fortemente voluta da cui voler partire, e che ci auguriamo, le porti davvero fortuna.