Jonio inquinato, la Capitaneria sequestra depuratore di Malvagna, sei indagati

Cronaca In Evidenza Jonica

Nell’ambito del monitoraggio di tutti i depuratori comunali e consortili con scarichi in corpi ricettori (Mar Jonio e  Mar Tirreno), ricadenti nel litorale dal comune di Messina a quello di Giardini Naxos, mirato a verificarne la gestione e la tracciabilità dei rifiuti prodotti dagli stessi, anche acquisendo relativa documentazione autorizzativa, i militari della Capitaneria di Porto di Messina, hanno  attenzionato il depuratore di Malvagna, accertando delle criticità congiuntamente a personale tecnico dell’Arpa Sicilia struttura Territoriale di Messina.
Infatti a seguito di molteplici operazioni di campionamento, eseguite in un vasto arco temporale, le analisi di laboratorio, hanno evidenziato delle condizioni inadeguate al corretto ciclo depurativo dovute ad una carente manutenzione all’impianto che immetteva reflui fognari non depurati, che danneggiavano le acque del corpo recettore, torrente Fondachello, affluente del fiume Alcantara che sfocia naturalmente nel Mar Jonio.
Pertanto si è svolta una complessa attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina, che si è conclusa con la notifica di informazione di garanzia per sei persone. Effettuato sequestro preventivo del depuratore comunale disposto dal Tribunale di Messina, sezione Gip, con l’individuazione di un custode giudiziario che avrà l’obbligo di curare la conservazione del bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *