Per il terzo anno consecutivo Santa Teresa di Riva conquista la Bandiera Blu

Attualità In Evidenza Jonica

Santa Teresa di Riva si conferma per la terza volta consecutiva, una delle spiagge più belle d’Italia. A fregiarsi del riconoscimento internazionale della Foundation for Environmental Education (Fee), che premia la qualità delle acque di balneazione, il turismo sostenibile, l’attenta gestione dei rifiuti e la valorizzazione delle aree naturalistiche, oltre Santa Teresa di Riva, ritroviamo Porto Palo di Menfi, Tusa, Lipari, Ispica e Marina di Ragusa. New Entry 2019 Pozzallo. Premiato, inoltre, come Approdo turistico Bandiera Blu 2019 il Marina del Nettuno di Messina. Alla cerimonia, tenutasi oggi a Roma presso la sala convegni del CNR, il Sindaco e deputato regionale On. Danilo Lo Giudice, l’Assessore alla cultura Annalisa Miano e il consigliere comunale Santino Veri. “Riuscire ad ottenere questo riconoscimento – dichiara il sindaco Lo Giudice – è stata una grande conquista per la nostra comunità, che ci ha dato la possibilità di certificare in modo inconfutabile quanto di buono è stato fatto in questi anni, oltre che l’enorme potenzialità turistica dell’intera zona jonica messinese. Riconfermarsi anche nel 2019, per il terzo anno consecutivo, dimostra che il percorso intrapreso deve proseguire per migliorare la nostra comunità, rendendola sempre più vivibile e accogliente; dal 2017 infatti i dati turistici inerenti le presenze nei nostri b&b e case vacanze sono più che raddoppiati, oltre alle numerose strutture che sono nate e che sono in corso di realizzazione. Il merito va a tutta la comunità, – conclude Lo Giudice – ai nostri concittadini che sono sempre al nostro fianco nelle strategie messe in campo in tema di sostenibilità ambientale e ci danno la possibilità di raggiungere traguardi importanti come ad esempio la raccolta differenziata che ci vede tra i primi comuni siciliani ben oltre il 75%, così come la Bandiera Lilla, inerente l’accessibilità al turismo, ottenuta per la prima volta quest’anno come secondo comune siciliano”.