Movida litorale nord, Gioveni: “Si eviti il caos che mina la pubblica sicurezza”

Attualità In Evidenza Messina
Foto Emanuele Villari

“Fra poco più di 2 mesi inizierà il periodo di caos viario e di affollamento lungo tutta la riviera nord della città e, pertanto, si rende necessario pianificare delle misure di contrasto a garanzia della pubblica sicurezza e della vivibilità fra i residenti”.
Il consigliere comunale Libero Gioveni lancia un monito sulla spesso ingestibile e incontrollata “movida” messinese in questa zona della città dove spesso regna l’anarchia e l’assoluta mancanza delle regole.
“Non si contano, infatti, ogni anno durante tutto il periodo estivo – ricorda Gioveni – le lamentele di moltissimi residenti che spesso si sono rivolti anche alle forze dell’ordine per denunciare problematiche viarie o di altro tipo.
Ma è soprattutto la presenza costante di vigili urbani che bisognerebbe garantire nelle affollatissime serate rivierasche – denuncia il consigliere – dove spesso la pista ciclabile risulta intransitabile in corrispondenza degli ingressi dei lidi e dove soprattutto la doppia fila di autovetture o la sosta selvaggia trasformano alcuni tratti della via Consolare Pompea in un autentico e pericoloso “budello”!
Volendo quindi far passare quasi in secondo piano i disagi e i disturbi arrecati spesso alle famiglie residenti nella zona, non possono di certo passare in cavalleria invece – prosegue il consigliere comunale – le tristi conseguenze che potrebbero scaturire in caso di emergenza per il passaggio di mezzi dei vigili del fuoco o delle ambulanze che si devono recare all’ospedale Papardo per un pronto soccorso!
Appare evidente, quindi, che per la prossima stagione balneare che a breve entrerà nel vivo l’Amministrazione dovrà quanto meno porre in essere dei correttivi che riescano a lenire i disagi, inviando in pianta stabile una pattuglia della Polizia Municipale che possa garantire il rispetto delle regole e l’ordine pubblico.
Anche per questo si rende necessario – propone Gioveni in conclusione-:
1. garantire la permanenza dei concorsisti della Polizia Municipale attraverso la “proroga assistita”, la metà dei quali a luglio concluderà il rapporto di lavoro col Comune (l’altra metà lo concluderà il prossimo anno);
2. ripristinare la vecchia linea ATM notturna avviata lodevolmente negli anni scorsi, con un servizio di trasporto pubblico che aveva agevolato tantissimi ragazzi dalle ore 22 fino alle ore 4 del mattino;
3. pianificare il futuro insediamento dei lidi balneari anche nel tratto compreso fra Tono e Mortelle, che oltre a prestarsi meglio sotto il profilo logistico vista l’ampiezza delle spiagge, preserverebbe i centri abitati dal caos garantendo una maggiore sicurezza ai frequentatori dei lidi e all’intera cittadinanza”.