Carenza di posti auto all’ospedale Sirina, la Uil-Fpl scrive al sindaco e alla Regione

Attualità Jonica

“La Scrivente Uil-Fpl Messina segnala la carenza atavica di posti nel parcheggio del Presidio Ospedaliero di Taormina, che serve giornalmente migliaia di pazienti e centinaia di dipendenti. Infatti i posti disponibili attorno all’Ospedale sono pochi, e la maggior parte riservati agli utenti gestiti da ditta appaltatrice, risulta altresì insufficiente la disponibilità di parcheggio nelle zone limitrofe di Via Crocefisso e Via Fontanelle”. Lo scrivono in una nota inviata alla Regione, al commissario straordinario dell’Asp e al sindaco di Taormina, Pippo Calapai e Giovanni Caminiti, rispettivamente segretario generale e segretario aziendale del Presidio ospedaliero di Taormina della Uil-Fpl Messina.

“La ricerca di un posto auto -proseguono Calapai e Caminiti- diventa per gli utenti e per i dipendenti un vero problema, e al danno fa seguito pure la beffa, con il rischio concreto delle multe. I dipendenti sono costretti a girare ore per cercare un posto macchina, sottraendo ore al proprio credito orario e a volte sono costretti a pagare il pedaggio, per l’intera giornata, nei posti riservati a pagamento. La situazione si è molto aggravata con l’attuale decisione dell’Azienda sanitaria di riservare un numero imprecisato di posti alle auto di servizio dell’Azienda”. Pertanto, la Uil-Fpl richiede una soluzione che possa compensare i disagi procurati ai cittadini, da una parte, e ai dipendenti dall’altra, sia per facilitare il parcheggio degli utenti, specie se anziani disabili o di salute precaria, sia per agevolare i dipendenti che devono prender servizio, in particolar modo presso le U.O di emergenza/urgenza, soprattutto in alcune fasce orarie, quando il parcheggio è costantemente esaurito. La scrivente attende di conoscere con urgenza quali strategie che si intendano adottare al fine di risolvere la grave problematica sposta che è foriera di enormi disagi sia per utenti che per operatori anche al fine di garantire il regolare svolgimento del traffico veicolare all’interno e all’esterno della struttura e il regolare transito dei mezzi di soccorso”.