Top Spin Messina tiene testa alla capolista AON Milano che passa per 4-2

Altri Sport

Una maratona estenuante, durata oltre quattro ore, davanti ad una fantastica cornice di pubblico. E’ mancato davvero poco alla Top Spin Messina per ottenere almeno un punto contro la capolista AON Milano Sport che si è imposta per 4-2 nella palestra di Villa Dante al termine di una sfida lunghissima e altamente spettacolare. Alla squadra del presidente Giorgio Quartuccio, applaudita dai suoi numerosi tifosi, resta la grande soddisfazione per aver giocato alla pari contro la formazione lombarda, ancora imbattuta dopo undici turni nel campionato di Serie A1. Altri segnali importanti forniti dai ragazzi allenati da Wang Hong Liang, che con cuore e voglia sono arrivati ad un soffio dall’ottenere un risultato di prestigio.

Hanno aperto la serie Marco Rech Daldosso e Grigory Vlasov. Straordinaria la vittoria in rimonta per 3-2 del bresciano della Top Spin nella partita più emozionante. Nel primo set ha prevalso il russo per 11-9, dopo essere stato agguantato sul 9-9. Il secondo parziale è stato invece conquistato da Rech per 11-8. Equilibrio sino al 6-6, poi l’atleta di casa ha staccato il rivale, concretizzando la prima palla set a disposizione. Nella terza frazione Vlasov avanti sul 5-2, ma Rech ha ribaltato tutto portandosi sul 6-5. Il russo si è però ripreso e ha fatto suo il set per 11-9. Punto a punto (8-8) anche il quarto parziale, con Rech che ha allungato, concretizzando la seconda chance (11-9). Alla “bella” equilibrio fino al 6-6, poi Vlasov ha incamerato quattro punti consecutivi, ipotecando il successo. Un immenso Rech ha però annullato i quattro match-point, uno dopo l’altro, operando addirittura il sorpasso. Uno spigolo, con un grande gesto di fair play da parte del giocatore della Top Spin che ha evidenziato il tocco, gli ha negato di esultare alla prima opportunità. Tutto soltanto rimandato al 13-11 con cui Rech ha chiuso la contesa da campione, facendo letteralmente esplodere di gioia il pubblico.

Nel secondo singolare spazio a Damiano Seretti e Leonardo Mutti, numero 1 del ranking italiano. E’ finita 3-2 per Milano che ha rimesso la situazione complessiva in parità. Nel primo set l’atleta lombardo ha ribaltato la situazione da 3-5 a 9-5, imponendosi per 11-7. Nel secondo parziale bella reazione di Seretti che si è guadagnato tre set-point sul 10-7, vedendoseli annullare. Al quarto ha sfruttato al meglio la chance, passando 12-10. Ancora Seretti protagonista nella terza frazione, nella quale è andato subito sul 7-3. Il mantovano della Top Spin ha vinto 11-6, sfruttando la prima palla utile per chiudere. Nel quarto parziale Mutti ha poi replicato (11-6), rimandando il verdetto alla “bella”. Anche il quinto set è stato appannaggio del giocatore ospite per 11-4.

Nel terzo match di fronte Jordy Piccolin e Guo Ze, con il cinese vittorioso per 3-1. Partenza sprint (9-1) dell’asiatico, con il bolzanino che ha potuto solo accorciare le distanze (11-4) prima di cedere il set. Piccolin è invece scattato in avanti (5-1) nella seconda frazione, ha dovuto fare i conti con la rimonta del rivale (9-8) e si è comunque imposto per 11-9. Copione inizialmente simile nel terzo parziale, ma con esito diverso. Andato 5-0 e 8-3, Piccolin è stato ripreso (9-9). Il bolzanino ha quindi sciupato un set-point (10-9), cedendo alla fine per 10-12. Nel quarto set si è passati dal 4-2 al 6-6, con Piccolin abile a portarsi sul 9-6. Il giocatore della Top Spin non ha concretizzato il set-point (10-9) e Guo Ze, grazie ad uno spigolo, ha invece sfruttato il suo per il 12-10 con cui ha chiuso i giochi.

Tra Rech Daldosso e Mutti è maturata l’affermazione (3-1) del bresciano della Top Spin che ha dato alla squadra di Wang Hong Liang il 2-2 nel computo generale. Partito con autorità (4-2, 7-4), Rech è stato rimontato da Mutti (7-9), ma con quattro punti consecutivi ha conquistato il set per 11-9. Lineare l’andamento del secondo con Rech praticamente sempre avanti, fino al conclusivo 11-7. Nel terzo parziale Mutti ha prevalso 13-11, concretizzando la seconda opportunità, dopo che Rech aveva fallito un match-point. Nel quarto set l’atleta di casa ha condotto dal 6-5 in poi, sfruttando la seconda palla a sua disposizione per aggiudicarsi la partita (11-8).

A seguire Piccolin-Vlasov, gara che ha visto il russo imporsi per 3-0. Il bolzanino della Top Spin è andato avanti (5-3, 6-4), ma è stato ripreso sul 7-7. Vlasov ha completato la rimonta, vincendo il set 11-8. Nel secondo parziale Piccolin ha ribaltato il punteggio dal 5-9 al 10-9, sprecando però la palla set a disposizione. Il russo, dopo aver evitato di perdere il parziale, lo ha fatto suo per 12-10. Combattuta anche la terza frazione. A braccetto fino al 7-7, Piccolin ha visto annullarsi un set-point (10-9), mentre Vlasov non ha concretizzato tre match-point, ponendo però fine al confronto grazie al quarto (15-13).

Nell’ultimo singolare, con Milano a condurre per 3-2, Seretti si è trovato opposto a Guo Ze.. Al cinese il primo set (11-3), più incerto invece il secondo, in cui l’equilibrio è durato sino al 6-6. L’asiatico ha poi allungato (10-7), chiudendo 11-8. Nel terzo set un reattivo Seretti ha staccato l’avversario dal 5-5 con sei punti di fila, aggiudicandosi il parziale per 11-5. Il mantovano ha rimontato Guo Ze nella quarta frazione, avendo anche due set-point sul 10-8. Niente da fare in entrambe le occasioni e il giocatore di Milano, concretizzando quello a suo favore, ha consegnato ai suoi la vittoria di giornata per 4-2 dopo una lunghissima sfida. La capolista vola a quota 21, la Top Spin, che ha meritato gli applausi del pubblico, resta terza a 15, in attesa del ritorno in campo previsto per l’1 aprile in trasferta contro l’A4 Verzuolo Tonoli-Scotta.

I risultati tra Top Spin Messina e AON Milano Sport:

Marco Rech Daldosso – Grigory Vlasov 3-2 (9-11, 11-8, 9-11, 11-9, 13-11)

Damiano Seretti – Leonardo Mutti 2-3 (7-11, 12-10, 11-6, 6-11, 4-11)

Jordy Piccolin – Guo Ze 1-3 (4-11, 11-8, 10-12, 10-12)

Marco Rech Daldosso – Leonardo Mutti 3-1 (11-9, 11-7, 11-13, 11-8)

Jordy Piccolin – Grigory Vlasov 0-3 (8-11, 10-12, 13-15)

Damiano Seretti – Guo Ze 1-3 (3-11, 8-11, 11-5, 10-12).