Picchia la figlia di 13 mesi, confermato arresto per la madre, la piccola ai servizi sociali

Cronaca In Evidenza Jonica

Vi avevamo raccontato questa triste notizia ieri, a poche ore dai fatti (vedi articolo correlato). Nel primo pomeriggio, una donna rumena, in preda ai fumi dell’alcol, aveva iniziato a picchiare la figlia di 13 mesi. Durante l’intervento dei Carabinieri  la straniera, in un raptus, ha sollevato la piccola dal passeggino, scagliandola verso i militari. Solo la prontezza dei riflessi degli uomini in divisa, ha evitato che la bimba cadesse per terra e riportasse conseguenze più gravi.

Successivamente, i medici del 118 hanno allontanato la bambina dalla madre, anche grazie al prezioso contributo di un’agente della locale polizia municipale, per poi ricoverarla presso il Pronto Soccorso pediatrico del Policlinico di Messina.

Nelle fasi concitate la giovane donna si è scagliata violentemente contro un carabiniere spintonandolo e procurandogli lesioni prima di essere bloccata, con non poca difficoltà, ed essere accompagnata  presso gli uffici della locale Stazione Carabinieri. Al termine degli accertamenti, è stata arrestata per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La bimba nel frattempo è stata affidata ai servizi sociali del Comune di Santa Teresa di Riva.

La donna, espletate le formalità di rito, è stata tradotta presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Giardini Naxos (ME) e giudicata con rito direttissimo, per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, innanzi alla competente Autorità Giudiziaria di Messina nella mattinata odierna.