Simposio Arte Cultura e Formazione nella Cattedrale di Messina

Attualità

Mercoledì 5 dicembre, alle ore 9.30, all’interno della suggestiva cornice del Duomo di Messina, l’Ufficio Insegnamento Religione Cattolica e Pastorale Scolastica ha organizzato un Simposio di arte, cultura e formazione nell’ambito del quale è stata illustrata la rilettura della preghiera alla Vergine di Dante all’interno del mosaico raffigurante la Vergine Theotokos effigiata nellabside sinistra della Basilica Cattedrale.

La manifestazione – coordinata dal Prof. Giorgio Infantino quale Delegato per la Pastorale Scolastica e dall’Équipe formativa – è motivata da ragioni meramente istruttive: offrire ai discenti un’esperienza formativa con l’obiettivo di accrescere l’interesse verso il linguaggio letterario, artistico/iconografico e musicale. Un laboratorio didattico con l’intento di evidenziare come l’immagine della Vergine, tratteggiata dal genio dantesco, trovi corrispondenza nella simbologia racchiusa nella suddetta icona.

Relatori dell’evento i seguenti docenti: il Prof. Giovanni Maisano, Docente di Lettere dell’I.I.S. “G. Minutoli”, che ha illustrato e argomentato la preghiera alla Vergine, del XXXIII Canto del Paradiso e il Prof. Giuseppe Triglia, Docente di Filosofia e Scienze Umane del Liceo “E. Ainis”, che ha presentato la lettura/decodifica dell’immagine iconografica, richiamando i caratteri peculiari della preghiera dantesca. È intervenuto, altresì, il Prof. Giorgio Infantino che ha accolto i partecipanti e introdotto il tema.

Ad animare l’incontro sono stati gli allievi dell’orchestra Liceo “E. Ainis” – diretti dal Prof. Nazzareno De Benedetto, Docente di Teoria Analisi e Composizione – che hanno introdotto ed eseguito alcuni brani strumentali.

Protagonisti dell’evento sono stati gli alunni e i docenti dell’I.I.S. “VeronaTrento-Majorana”, dell’I.I.S. “G. Minutoli”, del Liceo “E. Ainis”, dell’I.I.S. “La Farina-Basile” e del Liceo “Seguenza”, che hanno seguito con interesse quanto esposto dai relatori e gradito l’intervento musicale da parte degli alunni dell’Ainis.

L’iniziativa è risultata molto proficua per i discenti per la loro crescita umana e culturale. Ha voluto offrire, inoltre, un’occasione peculiare con la finalità di far maturare negli alunni una particolare sensibilità/attenzione verso il patrimonio artistico e culturale custodito nella nostra città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *