“Palermo Capitale italiana della Cultura”, evento di chiusura a villa Malfitano

La Sicilia deve ritornare ad essere terra attrattiva per gli investitori e per chi vuole venire ad abitarci proprio come avveniva tra la fine dell’ ottocento e i primi del novecento quando arrivarono importanti famiglie inglesi come i Whitaker. Nella legge di stabilità della Regione sono previste misure di agevolazione fiscale. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Gaetano Armao aprendo i lavori del convegno sul decennio inglese in Sicilia che si sta tenendo a Villa Malfitano a Palermo. L’evento è inserito nel cartellone di eventi Palermo capitale italiana della cultura 2018. “Procederemo da subito -ha spiegato Armao- delle misure che consentiranno ai pensionati di acquistare case e terreni. Stiamo lavorando anche alle agevolazioni che riguardano le imprese. Quest’ultimo aspetto passa per una trattativa con lo Stato”. Il convegno chiude un fitto calendario di eventi che ha visto la bellissima villa Malfitano trasformarsi in palcoscenico dove si sono esibiti musicisti e si sono tenute sfilate in abiti d’epoca. Il convegno vede l’intervento di docenti universitari provenienti dagli atenei italiani ed europei. Presidente del comitato scientifico il messinese Marcello Saija. Gli eventi di Villa Malfitano grazie ad un protocollo d’intesa tra Regione, assessorato al Turisimo, Comune di Palermo, fondazione Sant’Elia e fondazione Whitaker.