Coinvolgente Musical Natalizio dei bimbi dell’Istituto Comprensivo di Torregrotta

Allegria, condivisione, magia e anche tanta tanta emozione. Questi gli ingredienti dell’ “Incantesimo di Natale”, la rappresentaziome teatrale Natalizia degli alunni della Scuola Primaria “S. Quasimodo” di Crocieri, appartenente all’Istituto Comprensivo di Torregrotta. Uno spettacolo messo in piedi grazie alla grande voglia di fare di tutti i bambini dell’Istituto, coordinati e diretti dagli Insegnanti. Tratto da un’idea di Daniela Cologgi e Renato Giorgi, il divertente spettacolo natalizio, un pò riadattato per l’occasione, si potrebbe definire in un certo senso un Musical ricco di musica e balli dal ritmo e dai suoni vivaci e allegri. Presenti in sala la Dirigente Scolastica Alma Legrottaglie, il Sindaco di Torregrotta Corrado Ximone, l’Assessore Francesca Lisa e l’Assessore Antonino Polimeni. Il pubblico del Teatro di Pace del Mela, ha assistito con curiosità ed emozione alla storia della strega Fannì, che, pasticciando un incantesimo, si ritrova con Lella Pipistrella e il Gatto Grugno nel “Regno del Natale”, un posto fantastico dove un’agenzia recluta attori per lo spettacolo di Natale. Qui, entrano in scena altri strambi e simpatici personaggi, quali la truccatrice e parrucchiera Samantha con l’acca, gli chef Bon Bon, il folletto Vispetto, Celestino e gli angeli ambasciatori del cielo, il maestro Corello e le spumeggianti ed esplosive Nataline Pon Pon. Sullo sfondo anche Maria e Giuseppe, una Natività accennata che rende la scena, quasi un presepe vivente alternativo. L’intervallo tra dialoghi, balli e i canti di un coro molto ricco e assortito, rende l’atmosfera del teatro frivola, allegra e mai sottotono. Si percepisce con emozione l’intensità del grande impegno profuso da tutti i bambini indistintamente, si respira la collaborazione e la capacità di fare gruppo. Un modo diverso di fare Scuola, dove la sinergia strettissima creata per la realizzazione dell’evento con famiglie, istituzioni e territorio, sottolinea come la Scuola non sia solamente insegnare a”leggere, scrivere e far di conto” ma è anche insegnare a mettersi in gioco, insegnare ad affrontare emozioni nuove, condividere e raggiungere tutti insieme l’obiettivo prefissato. “È la prima volta che portiamo i nostri alunni sul palco – dichiara emozionata e soddisfatta la Dirigente Legrottaglie- e ci hanno trasmesso tutti i valori del Natale in maniera immediata, sono molto felice perchè è importante valorizzare le nostre tradizioni. Il Natale è una festa che trascende i confini, li oltrepassa, la natività è importante perchè è un rapporto di rigenerazione, di nascita anche nell’educazione scolastica, perchè nella reciprocità si nasce e cresce insieme con valori positivi”. Sul finire, la strega “cattiva” si sente per la prima volta accolta, ben voluta, amata e accettata. Quando finalmente si libera del suo scudo di crudeltà, esplode, nella semplicità più genuina che una recita di bambini impone, il messaggio di pace, accoglienza e amicizia dal gusto squisitamente natalizio.

(Elisa Capillo)