Monopoli vince in rimonta sul Messina, ad Adorante rispondono Starita e Grandolfo

L’approccio iniziale alla gara è stato quello giusto, con pressing e costruzioni di azioni offensive pericolose, come nella gare precedenti di campionato, dove il Messina ha sempre messo in serie difficoltà gli avversari, mostrando un calcio frizzante e gradevole da vedere. Il bel gioco si è trasformato in gol al 18′, grazie a una azione travolgente con Distefano che, dalla destra, ha pennellato un cross perfetto per Adorante, la cui inzuccata non la lasciato scampo al portiere di casa Loria: 0-1. La gioia degli ospiti dura solo otto minuti, infatti al 26’ Guiebre, il migliore dei suoi, fa partire un cross rasoterra per il goleador Starita che non sbaglia e fa gonfiare la rete: 1-1. Il Messina subisce il colpo e non riesce più a essere lucido come nel primo quarto di gara. I padroni di casa impongono il loro gioco, pressano a tutto campo e mettono in seria difficoltà i biancoscudati, che pensano solo a bloccare le sortite offensive del Monopoli. Allo scadere del tempo regolamentare, un guizzo del Messina mette i brividi agli avversari. Damian dalla sinistra, pennella bene per Adorante, ma il Monopoli si salva grazie a un prodigioso intervento di fensivo di Mercadante che consente al portiere Loria di intervenire senza problemi.

Nella ripresa Busatto prende il posto di Baldè che aveva accusato qualche problema fisico. Gli ospiti entrano in campo con un piglio diverso, ma il Monopoli non sta a guardare e fa intendee chiaramente che il risultato sta stretto. I padroni di casa al 67’, con il solito Guiebre, costruiscono l’azione del gol della rimonta. Il calciatore del Burkina Faso, mette un altro pallone perfetto in area per Grandolfo che, da breve distanza, insacca in rete: 2-1.

Sullo cerca di dare una scossa ai suoi  gettando nella mischia anche Mikulic e Vukusic, ma la situazione non cambia, anzi è il Monopoli che si rende pericoloso in diverse occasioni. A quattro minuti dal termine del tempo regolamentare, la formazione di casa tira i remi in barca e pensa solo a difendere il vantaggio. Operazione riuscita perfettamente che consente ai biancoverdi di portare i tre punti a casa e mantenere la vetta della classifica.