Bottino pieno dell’Acr Messina ad Acireale, decide Addessi al 6′ della ripresa

Supremazia dell’Acr Messina ad Acireale. L’unidici di Novelli, lo stesso impiegato nel match precedente contro il Rotonda, conquista senza alcuna difficoltà tre punti utili in chiave promozione. Il risultato è persino stretto se si considerano le numerose occasioni e un possesso palla esercitato, con pochi arresti, durante tutti i novanta minuti di gioco.

L’Acireale, costretto a inseguire, regge la pressione dei peloritani durante tutto il primo tempo. Tra i pericoli corsi dai locali, lo stacco di testa di Vacca deviato in corner al 37’, la traversa di Lomasto, il miracolo dell’estremo difensore Mazzini su Cretella al 45’ e la conclusione imprecisa di Aliperta.

La resistenza dei granata, alle prese con una raffica di corner in avvio di ripresa, dura fino al 51’, quando Addessi, sugli sviluppi di un corner, si avvantaggia del momento di confusione in area e spedisce la sfera in rete.

Dopo l’1-0 la gara prosegue sulla falsa riga della prima frazione di gioco: Addessi a un passo dal raddoppio al 61’, le ripetute chance di Cretella, sul finale la conclusione alta di testa di Vacca e, fatta eccezione per l’unica vera occasione dei padroni di casa all’80’, quando Viscomi sfiora il palo esterno della porta presidiata da Caruso, l’Acr amministra agevolmente il match fino al triplice fischio.

La vittoria è meritata e i peloritani proseguono la corsa verso la promozione. Fc Messina e Gelbison, tre punti ciascuno quest’oggi, alle calcagna.