Taormina rimonta e ribalta il doppio svantaggio, poi viene raggiunto allo scadere dal San Gregorio

Primo mezzo passo per il Città di Taormina che si ferma sul 3-3 sul campo del San Gregorio. Partita ricca di emozioni quella del Comunale del centro etneo, con i padroni di casa che vanno sul doppio vantaggio dopo appena venti minuti, ma con gli ospiti, dopo l’1-2 di Codagnone al 25’, bravi a reagire e a ribaltare il punteggio nella prima parte della ripresa con le reti di Aleo ed Emanuele, subentrati dalla panchina. All’89’, però, la doccia fredda con il calcio di rigore trasformato da Sanneh.

Prepartita: Mister Lu Vito deve fare a meno di Parisi e, davanti a Sanneh, sceglie i 2002 Calatabiano e Amante, oltre a Patanè e Ginagò; in mezzo al campo spazio a capitan Mannino, Quintoni e Trovato con Sottile alle spalle del duo Codagnone-Famà.

La cronaca
Primo tempo: L’approccio del Città di Taormina non è dei migliori, il San Gregorio parte meglio e dopo appena 90” è solo il palo a fermare Benivegna. Una pressione non fortissima, ma premiata al 10’ dall’autorete di Amante che, dopo un’incomprensione con Sanneh, devia nella propria rete il cross di Carluccio. Locali rinvigoriti dal vantaggio, Sanneh para su Garufi e al 20’ Benivegna stacca tutto solo su un cross dalla trequarti e realizza il 2-0. Sul doppio svantaggio i taorminesi si riorganizzano e accorciano le distanze al 25’ con Codagnone che su corner di Quintoni colpisce la traversa, ma è premiato dal rimpallo sulla sua stessa schiena. Cresce il Città di Taormina col passare dei minuti, protesta per un rigore non concesso per un tocco di mano di Strano e si rammarica per il tiro sul fondo dal limite di Ginagò al 40’.

Secondo tempo: Si riparte con Aleo per Codagnone e il Città di Taormina approccia magnificamente alla ripresa. Famà, in due occasioni, è fermato solo dagli interventi di Nicotra, ma al 50’, su invito di Quintoni, pennella per Aleo che di testa non sbaglia. Sul 2-2 i ritmi calano, ma al 63’ Emanuele, in campo da appena quattro minuti, riceve il tocco in mezzo di Aleo e con il piattone batte Nicotra. Punteggio ribaltato, Sanneh para su Garufi al 72’, ma il Città di Taormina ha il torto di non chiudere la partita, anche perché Famà all’86’ calcia sull’esterno della rete dopo una fuga solitaria a destra. A pochi istanti dal 90’ l’episodio che chiude la gara: contatto in area tra Garufi e Patanè e l’arbitro assegna il rigore che il Sanneh del San Gregorgio non sbaglia incrociando il mancino.

San Gregorio-Città di Taormina 3-3
Marcatori: 10’ pt aut. Amante (S), 20’ pt Benivegna (S), 25’ pt Codagnone, 5’ st Aleo, 18’ st Emanuele, 44′ st Sanneh (rig, S)

San Gregorio: Nicotra, Cavallaro, Cali, Sanneh, Benivegna, Strano (13’ st Di Martino), Garufi, Catania (47’ st Guglielmino), Finocchiaro (34’ st Cherif), Di Mauro (45’ st Panebianco), Intravaia (13’ st Grasso). Allenatore: Alfio Cocivera. A disposizione: Carluccio, Tringale, Conti, Trawally.

Città di Taormina: Sanneh, Caltabiano, Ginagò (22’ st Castorina), Mannino, Patanè, Amante (22’ st Tola), Sottile (28’ st Puglia), Quintoni, Famà, Trovato (13’ st Emanuele), Codagnone (1’ st Aleo). Allenatore: Eugenio Lu Vito. A disposizione: Rotella, Pantano, Brunetto, Napoli.

Arbitro: Luca Naselli di Catania
Assistenti: Giuseppe Torre e Salvatore Nigrelli di Barcellona Pozzo di Gotto

Ammoniti: Benivegna (S), Famà (CdT), Caltabiano (CdT) – Corner: 3-8 – Recupero: 2’ e 6’.