La cura Rando sortisce i primi effetti, Castrovillari superato in rimonta 3-1

L’Acr Messina conquista la prima vittoria della stagione e lo fa contro il Castrovillari. Dopo il cambio del tecnico in panchina, i calciatori hanno risposto presente, anche se hanno chiuso la prima frazione di gioco sotto di una rete. Dopo aver rischiato il raddoppio, gli uomini di Rando hanno uscito fuori grinta e carattere, come ha chiesto durante la settimana il tecnico messinese, e hanno ribaltato il risultato chiudendo la gara sul risultato di 3-1. A prescindere dal modulo, oggi Rando ha schierato un 4-3-3, i biancoscudati hanno davvero sudato la maglia e non si sono persi d’animo anche dopo essere passati in svantaggio. C’è sicuramente tanto da lavorare, perché ancora in mezzo al campo i biancoscudati commettono errori errori che, durante la gestione della gara, si possono pagare a caro prezzo. Il Messina parte forte e cerca di imbastire azioni offensive sfruttando il tridente composto da Coralli, Crucitti e Orlando, ma nell’ultimo tocco, i Peloritani arrivano sempre in ritardo. Persino al 29’ quando il portiere ospite compie una classica “papera”, smanacciando la sfera con una respinta corta, Crucitti non ne  approfitta e consente all’estremo difensore di recuperare nuovamente la palla. Il giovane Orlando si esibisce in una bella rovesciata e gli ospiti rischiano l’autogol con Cangemi che, per poco, beffa il suo portiere. Ancora Crucitti ha una buona occasione, ma il suo tiro dall’interno dell’area è alto. La gara è ben controllata dai padroni di casa, ma al 44’ Ungaro commette un fallo in area su Cangemi e l’arbitro assegna il penalty. Lo calcia Puntoriere e segna: 0-1.

Durante la ripresa gli ospiti cercano, addirittura, il colpo del ko e lo sfiorano al 5’ con Gagliardi che colpisce clamorosamente il palo. Rando si sbraccia e urla dalla panchina impartendo disposizioni ai suoi ragazzi. Inizia la girandola dei cambi e il tecnico biancoscudato getta nella mischia anche il classe 2002 Capilli. Poi sarà la volta di Strumbo e Siclari. Al 20’ Ungaro recupera un buon pallone a centrocampo, smista bene su Siclari che, da breve distanza calcia alle stelle. I padroni di casa proseguono la loro azione offensiva e due minuti dopo Ott Vale calcia un fendente rasoterra che attraversa tutta l’area di rigore, arriva sui piedi di Coralli che, da due passi a porta vuota insacca in rete: 1-1. Il Messina adesso ci crede e gli ospiti subiscono il colpo. Al 28’ Coralli taglia tutto il campo con un cross perfetto per Saverino che non si fa pregare più di tanto e trafigge il portiere ospite: 2-1. I padroni di casa non vogliono correre rischi e, al 39’ Crucitti in slalom salta tre avversari e segna la rete del 3-1. L’ultima emozione della gara al 51’ con Ferrante che sceggia la traversa su punizione, ma non c’è più tempo e arriva il triplice fischio dell’arbitro che sancisce la vittoria del Messina sul Castrovillari per 3-1.

(Foto Paolo Furrer)