L’Acr Messina si presenta ai tifosi, cori ed entusiasmo a piazza Duomo

Presentazione in grande stile per l’Acr Messina che ha scelto piazza Duomo per far conoscere ai tifosi, lo staff tecnico, medico, dirigenziale, calciatori e programmi futuri. L’atmosfera era quella delle grandi occasioni e il tifo organizzato ha fatto da cornice a una manifestazione sicuramente d’effetto. Il ds Antonio Obbedio è stato chiarissimo: “A prescindere dai risultati, vi giuro che i calciatori in campo sputeranno sangue e daranno il massimo”. Applausi e cori per lui che è già stato in passato un beniamino dei tifosi giallorossi. Poi è stata la volta del sindaco Cateno De Luca, accolto anche da qualche fischio: “Vi vedo un po’ timidi -ha esordito ironicamente il primo cittadino- se dovete fischiare fatelo bene e fatevi sentire. Il nostro sogno -ha spiegato De Luca- è quello di arrivare nel calcio professionistico con un unico progetto. Questa è un periodo di transizione, a ottobre saranno pubblicati i bandi degli stadi per aprire una nuova fase”.

C’è stato spazio anche per ricordare il collega e amico scomparso di recente Reno De Benedetto, ormai da anni la “voce” del calcio Messina.

Il momento clou è stata la presentazione dei calciatori. Giuseppe Fontana e Davide Manzo si sono alternati per far conoscere, ai tifosi, i nuovi calciatori, visibilmente emozionati e sorpresi per l’accoglienza riservata dalla tifoseria. Cori, bandiere, striscioni e fuochi d’artificio, hanno fatto da cornice alla manifestazione di presentazione. “Noi vogliamo un grande Messina”, “Vogliamo vincere”, “Il Messina siamo noi” e altri cori, sono stati intonati ininterrottamente dal tifo organizzato.

Era presenta anche un emozionatissimo Paolo Sciotto: “Grazie a tutti i tifosi presenti, senza di voi oggi non saremmo qui. E’ una gioia vedere grande partecipazione per il Messina, the ‘original Messina’ come ho visto scritto in uno striscione. La società -ha spiegato l’Ad dell’Acr Messina- vuole vedere i vostri figli e i vostri nipoti allo stadio, per farli crescere comprendendo cosa sia l’Acr Messina per questa città. Questo è un nuovo inizio e siamo felici di ripartire così da stasera. Per due anni non abbiamo avuto questa soddisfazione. Questa passione, questa dedizione per il Messina parte da mio padre e da mio zio che oggi non c’è più e vogliamo dimostrare alla città che la famiglia Sciotto non scappa, non crea fallimenti e non c’entra nulla con chi ci ha preceduti. Siamo qui per dare il massimo e darvi il piacere di tornare allo stadio”.

Infine Antonio D’Arrigo ha presentato la campagna abbonamenti che parte già da oggi. I prezzi sono stati abbassati per riavvicinare i tifosi allo stadio. L’abbonamento di Curva costa 60 euro, quello di Tribuna 100 euro, e 130 euro per la Tribuna numerata.

(Foto Emanuele Villari)