Ennesima sconfitta del Messina ad Acireale, adesso si facciano avanti nuovi imprenditori

Nel giorno dell’annuncio del presidente Pietro Sciotto di abbandonare definitivamente l’avventura calcistica con l’Acr Messina, arriva anche l’undicesima sconfitta dei biancoscudati impegnati in trasferta con l’Acireale. Il gol partita lo ha realizzato Manfrellotti, lasciato solo, in area, dai difensori durante l’esecuzione di un calcio di punizione; ha completato l’opera una papera di Jairo che, sul suo palo, non è riuscito a trattenere la sfera accompagnandola in rete. La reazione del Messina si è concretizzata solo in un palo colpito dal solito Arcidiacono.

Adesso la situazione di classifica del Messina si complica sempre più e, dopo la decisione di Sciotto, se non si faranno avanti imprenditori motivati, è probabile che anche i calciatori subiscano un contraccolpo psicologico che potrebbe compromettere una stagione calcistica iniziata male e che sta proseguendo peggio.

Sciotto nominerà un commissario che si occuperà della gestione ordinaria e dovrà trattare con coloro i quali vorranno rilevare l’Acr Messina. Ufficialmente, quindi, il Messina è in vendita. Adesso vedremo se si concretizzeranno le voci che indicavano nel “gruppo friulano”, nell’imprenditore e presidente del Siracusa Alì ed, in ultimo, anche un gruppo “messinese” capitanato da Niki Patti, come seriamente interessati a rilevare il Messina.

Il tempo delle chiacchiere è, quindi, finito e adesso bisogna che si facciano atti concreti. Ovviamente il primo cittadino Cateno De Luca, non potrà più fare da spettatore passivo e dovrà intervenire con forza affinchè il calcio a Messina continui ad esistere e possa essere rilanciato, altrimenti i bandi per la gestione degli stadi serviranno solo a coloro i quali vorranno fare concerti e altri spettacoli.

La decisione del presidente Sciotto (oggi presente ad Acireale) ha colto di sorpresa anche calciatori e staff tecnico. Nel post gara, infatti, il responsabile dell’area tecnica Salvatore Castorina, ha affermato di aver saputo della decisione di Sciotto, solo a fine gara: “Siamo certi che non ci lascerà soli -ha sottolineato Castorina. Noi abbiamo un obiettivo da raggiungere e ci crediamo. Inutile girarci intorno, adesso dobbiamo pensare solo alla salvezza, perché una piazza come Messina non merita queste categoria, figuriamoci un declassamento”.