Al Despar Stadium va in scena il festival dello spreco, Cdm beffato dalla Nocerina

Debutto amaro al Despar Stadium per i giallorossi che subiscono la quarta sconfitta consecutiva raggiungendo il quartultimo posto in classifica La legge di Murphy è un insieme di paradossi pseudo-scientifici a carattere ironico e caricaturale. Si possono idealmente riassumere nel primo assioma, che è in realtà la “Legge di Murphy” vera e propria, che ha dato il titolo a tutto il pensiero “murphologico”: “Se qualcosa può andar male, andrà male.”
E’ difficile riassumere meglio di così il periodo nero del Città di Messina che alla prima sul tavolo verde del “Despar Stadium” non riesce a interrompere la serie di sconfitte consecutive che la accompagnano dall’ultima gara del girone d’andata, restando impantanata nei bassi fondi della classifica.
Una primo tempo folle dove succede praticamente di tutto; una ripresa confusa che non permetterà ai peloritani di raggiungere la Nocerina, passata in vantaggio alla mezz’ora in una delle rarissime occasioni in cui i rossoneri hanno bussato alla porta di Paterniti.
Il Città di Messina ha poco da rimproverarsi, se non le numerose di occasioni sciupate sopratutto nei primi 45’, dove i giallorossi hanno segregato nella propria metà campo i molossi, incapaci di reggere il ritmi di Quintoni e compagni.
Quintoni, giocatore delizioso che come il buon vino migliora “invecchiando” e, complici le indisponibilità della mediana peloritana, diventa punto di riferimento per la squadra.
Sarà dura per Giuseppe Furnari fare a meno del centrocampista ex Milazzo d’ora in avanti.
A proposito di Furnari e della rosa costruita dalla Società messinese: chiedere di più a questa formazione è impossibile, in virtù del fatto che nonostante i risultati negativi non sono mai accompagnati da pessime prestazioni, tutt’altro.
Il Città di Messina può solo accettare il verdetto del campo, unico giudice del calcio giocato, anche se il conto con la cattiva sorte prima o poi (si spera), andrà saldato.

CITTA’ DI MESSINA-NOCERINA 0-1
Marcatori:30′ Festa

Città di Messina: Paterniti, Crucitti, Fragapane, Nicosia (8′ st Ferraù), Bombara, Grasso, Princi (27′ st Codagnone), Quintoni (18′ st Bonamonte), Galesio, Calcagno, Santoro (27′ st Di Vincenzo). A disp.: Berikashvili, Bellopede, Dama, Fofana, Silvestri. All.: Furnari
Nocerina: Feola, Vuolo, Salto, Pecora, Caso, Festa, Odierna, Ruggiero, Simonetti (32′ st Orlando), Amendola (10′ st Iodice), Vatiero. A disp.: Novelli, Ansalone, Califano, Capaccio, Cardone, De Feo, Montuori. All.: Viscido
Arbitro: Campobasso di Formia
Assistenti: Pressato e Cerilli di Latina
Ammoniti: Calcagno (CdM), Grasso (CdM), Amendola , Festa , Pecora
Espulso: 4′ st Vatiero (N – rosso diretto), 6′ st Calcagno (CdM – doppia ammonizione)
Recupero: 2′ e 5′