Il Messina espugna il Donato Curcio di Picerno e vola ai quarti di Coppa Italia

A Picerno va in scena il Messina che non ti aspetti. I biancoscudati hanno battuto il Picerno, capolista del Girone H e passano a quarti di finale, che si terranno il 30 gennaio contro l’Albalonga. Il risultato finale di 2-4 porta la firma di Ba, il biancoscudato segna anche nella sua porta al 25’, poi Tedesco, Gallon, Catalano e Cocimano nel finale di gara. Biagioni, così come il suo collega Giacomarro, mette in campo tante “seconde linee”, considerato che domenica ci sarà l’importante gara contro l’Igea Virtus.

Il Messina passa in vantaggio dopo soli sette minuti di gioco, grazie ad un colpo di testa di Ba che finalizza in rete una punizione di Catalano: 0-1. La risposta dei padroni di casa arriva al 17’ con un gran tiro di Gallon, che costringe Lourencon a rifugiarsi in corner. Il Messina ha un’occasione d’oro per raddoppiare, ma Tedesco da due passi, la getta alle ortiche. Al 25’ l’autore del gol del Messina, recupera su Gallon, ma devia la sfera nella porta di Lourencon: 1-1. Il Messina subisce il colpo e i padroni di casa rischiano di passare in vantaggio con Ianniello che, su punizione sfiora la traversa. Al 37’ un gran tiro di Cocimano viene respinto corto da Fusco, ne approfitta Tedesco che, stavolta, non sbaglia e segna la rete del 1-2.

Nella ripresa Giacomarro getta nella mischia Esposito e Kosovan, facendo intendere chiaramente che ci tiene a passare ai quarti di Coppa Italia. I padroni di casa cominciano a macinare gioco, mentre il Messina pensa solo a difendersi. Una strategia che ovviamente non paga e consente al Picerno di pervenire al pareggio al 54’ con Gallon: 2-2. Il Messina, dopo alcuni minuti di sbandamento, arriva vicino al gol grazie a un gran tiro di Cocimano che termina di pochissimo a lato. Al 75’ Catalano costringe Fusco a rifugiarsi in corner. La gara sembra non sbloccarsi e inizia la consueta girandola dei cambi, anche in chiave “rigori”. Ma all’82’ Genevier, anche oggi il migliore in campo, si inventa una pregevole giocata verso Catalano che, con un bel tiro a giro, insacca nell’angolino alto dove Fusco non può arrivarci: 2-3. Al 94’ Il Messina affonda definitivamente il Picerno con una rete di Cocimano, che si conferma sempre un calciatore insidiosissimo: 2-4. I biancoscudati, in virtù della vittoria odierna, il 30 gennaio disputeranno i quarti di finale contro l’Albalonga.