Gara spettacolare al Franco Scoglio, Messina sprecone raccoglie solo un punto

La risposta dei giocatori in campo oggi c’è stata. Il Messina ha disputato una ottima gara, ha costruito tante palle gol, ma la mancanza di un attaccante di razza oggi ha fatto perdere alla squadra giallorossa altri punti preziosi. La gara è terminata in pareggio con il risultato di 2-2 ed i rimpianti sono davvero tantissimi. Il primo tempo è stato letteralmente dominato dai padroni di casa che hanno schiacciato nella metà sua campo la terribile matricola Troina. Dopo soli 10 minuti il Messina passa in vantaggio grazie ad un calcio di punizione di Rosafio a giro, la sfera sembra facile preda del portiere che commette la classica papera ed i giallorossi esultano: 1-0. Il Messina continua a macinare gioco ed al 25′ Mascari ha nei piedi la palla per il raddoppio, ma il giovane attaccante si fa ipnotizzare dal portiere e da due passi gli calcia la sfera addosso. Dopo cinque minuti Rosafio crea scompiglio in area, dribbla tutti, portiere compreso, ma nessuno lo aiuta ed un difensore avversario riesce a sbrogliare la matassa. Al 40′ Migliorini spara una gran bordata dai 25 metri e Van Brussel si salva in corner. Al 42′ l’unica azione offensiva degli ospiti viene sfruttata al massimo. Due difensori del Messina si ostacolano al limite dell’area, ne approfitta Diop che si invola sulla destra, serve benissimo Souare che segna il più facile dei gol: 1-1.

Nella ripresa gli ospiti partono subito forte, al 3′ conquistano un corner, inzuccata vincente di Silvestri che ribalta la situazione: 1-2. Il Messina non ci sta a perdere una partita che nel primo tempo aveva dominato in modo netto e dopo solo un minuto si rende pericoloso con un gran tiro di Polito deviato in corner da Van Brussel. I calciatori di casa gettano il cuore oltre l’ostacolo perchè sanno che oggi la posta in palio è troppo importante. Al 17′ il portiere ospite esce dalla propria area per anticipare Rosafio e si scontra con il giocatore giallorosso finendo per terra, per il direttore di gara è tutto regolare, la sfera arriva dalle parti di Lia che da circa 30 metri non si fa pregare, tira in porta e raddrizza le sorti della gara: 2-2. La partita a questo punto diventa spettacolare, entrambe la squadra vogliono vincerla e si aprono varchi enormi da una parte e dall’altra. Al 21′ Gagliardini ci mette la punta delle dita per salvare la sua porta da un colpo di testa di Ott Vale. Due minuti dopo Ragosta, solo davanti al portiere si divora un gol fatto, calciando la sfera alle stelle. Al 27′ sono gli ospiti a rendersi pericolosi con una bella incursione in area di Diop, ma il suo tiro viene parato da Gagliardini. Ancora Diop, dopo qualche minuto, calcia di potenza e la sfera scheggia la traversa. Al 33′ Ott Vale rimedia il secondo giallo e il Troina resta in dieci uomini. Modica vuole vincere a tutti i costi il match e getta nella mischia anche Cocuzza. La partita è davvero piacevole e oggi gli assenti al Franco Scoglio hanno perso davvero uno spettacolo gradevole. Lia al 37′ da due passi calcia alle stelle, due minuti più tardi Mustacciolo colpisce il palo direttamente da calcio d’angolo. Al 42′ Bossa libera benissimo Cocuzza che si trova solo davanti al portiere e calcia incredibilmente fuori. Il tecnico giallorosso negli ultimi minuti si gioca anche la carta Dezai, ma dopo 4 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine delle ostilità. Messina-Troina finisce con il risultato di 2-2, ma oggi i rimpianti sono davvero tanti. Troppi gol sbagliati sotto porta e se ancora il presidente Sciotto non comprende che serve urgentemente un attaccante di peso, i giallorossi continueranno a disputare belle gare, lasciando preziosi punti per strada.