Messina è una della quattro città italiane dove si terrà il “Campus Nazionale Paralimpico”

I partecipanti  potranno cimentarsi in ben ventuno specialità a scelta 

Oggi è stata presentata, nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, la prima edizione del “Campus Nazionale Paralimpico”, che inizierà il 20 per concludersi il 3 luglio. Il progetto nasce dall’iniziativa del CIP con l’obiettivo di avvicinare allo sport sempre più bambine e bambini, ragazze e ragazzi con disabilità.

Il Sindaco Federico Basile, ha ringraziato “gli organizzatori dell’evento e chi ha lavorato affinché questa manifestazione si svolgesse a Messina. Per me è motivo di soddisfazione sapere che la mia città è una delle quattro che ospita questo evento. E’ un segnale importante che arriva nel giorno della mia prima uscita ufficiale in questo Salone. Lo sport, uno dei temi trattati in campagna elettorale, trasmette valori sociali e civici, accomuna tutte le fasce d’età”.

Oltre alla città di Messina (Centro Sportivo CUS), da nord a sud sono coinvolte Lignano Sabbiadoro (Centro Bella Italia), Roma (Centro di Preparazione Paralimpica) e Bari (Centro Sportivo CUS).  I partecipanti, grazie al supporto delle Federazioni Sportive, potranno cimentarsi in 21 specialità.

Atletica, baseball per non vedenti, basket in carrozzina, boccia paralimpica, bocce, calcio a 5 e calcio a 5 non vedenti, calcio a 7, canoa-kajak, canottaggio, canottaggio non vedenti, ciclismo, handbike, scherma, scherma non vedenti, showdown, sitting volley, tennistavolo, tiro con l’arco, tiro con l’arco per non vedenti e wheelchair tennis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.