In vacanza nel messinese, arrestata 42enne ceca per bancarotta fraudolenta


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

È stato eseguito dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Taormina, il provvedimento di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano – Ufficio Esecuzioni Penali, nei confronti di Lenka Zavrelova, cittadina ceca di 42 anni. La donna è ritenuta responsabile del reato di bancarotta fraudolenta. La stessa, rintracciata presso una struttura alberghiera della costa ionica dove alloggiava insieme alla figlia, è stata condotta presso la Casa Circondariale di Messina e dovrà scontare la pena residua della reclusione di 3 anni.

Sull’incantevole terrazza dell’Hotel Continental di Taormina la terza tappa di Cinemadivino


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Cinemadivino Sicilia in trasferta nella Perla dello Stretto per il terzo appuntamento della rassegna cinematografica all’insegna del buon vino e delle eccellenze del territorio. Dopo San Placido Calonerò e l’associazione Motonautica, un’altra location d’eccezione: la suggestiva terrazza dell’Hotel Continental. Inaugurato nel 1964, è situato nel cuore della cittadina di Taormina, a pochi passi dalla via principale Corso Umberto e dalla piazza del Duomo. Dalla terrazza panoramica elioterapica si gode di splendide viste sulla Baia di Naxos, sul Vulcano Etna e Castelmola, incantevoli scenari unici in Sicilia. Prima della proiezione, come nelle altre serate, degustazione di vino e di prodotti enogastronomici del territorio: dagli arancini al finocchietto e tradizionali ai primi piatti, dalla caponata di melanzane, ad una selezione di salumi e formaggi. Il tutto ben accompagnato dagli eccellenti vini prodotti dall’azienda Murgo: Lapilli bianco e rosso. L’azienda fondata nel 1981, è dedita alla produzione de vini Etna Doc e Chardonnay nelle tenute di Santa Venerina e Gelso Bianco.

L’assoluto protagonista della serata, il film “Finchè c’è prosecco c’è speranza” di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, Teco Celio e Liz Solar. Un giallo intrigante e divertente ambientato tra i vitigni del Prosecco doc del trevigiano e l’affascinante Venezia. La vita tranquilla di un piccolo borgo di viticoltori in cui le giornate trascorrono sorseggiando le eccellenti bollicine prodotte da un Conte sui generis, viene sconvolta da una serie di omicidi legati al Cementificio operante nella zona. Una pellicola che ha tenuto con il fiato sospeso dal primo all’ultimo secondo gli spettatori, impegnati a individuare, tra le scene, l’assassino. Una serata speciale per la Regina del turismo siciliano che ha ospitato la manifestazione che sta riscuotendo successo in tutta la provincia.

Cinemadivino, per la prima volta in Sicilia, prevede altri due appuntamenti, il primo il 7 settembre all’Enoteca provinciale di San Placido Calonerò (in cui verrà proiettato “Il Colore Nascosto delle cose”) in collaborazione con il Cral della città metropolitana rappresentata da Gaetano Antonazzo (presente ieri a Taormina) e l’altro l’8 settembre a Casa Merlino a Randazzo, contrada Feudo Sant’Anastasia, (col film campione d’incassi “Come un Gatto In Tangenziale”). Un terzo appuntamento, fuori cartellone, il 14 settembre al Marina del Nettuno di Messina: “Chi m’ha Visto”. Per informazioni e prenotazioni 3890271158 o cinema This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

 

 

"Finchè c'è Prosecco c'è speranza", nuovo appuntamento con Cinemadivino a Taormina


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

La Regina del turismo siciliano si appresta ad ospitare Cinemadivino la manifestazione che sta riscuotendo successo in tutta la provincia. Sulla terrazza dell’Hotel Continental sarà proiettato il film “Finchè c’è prosecco c’è speranza” di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, Teco Celio e LIz Solar. Prima della proiezione, come nelle altre tappe, degustazione di vino e prodotti del territorio. Cinemadivino che ha spopolato in Emilia Romagna e in altre regioni del Nord è al suo primo anno in Sicilia. Il cartellone è stato portato in Sicilia dall’associazione la Zattera dell’arte, da Passpartao Events di Andrea Melita e Lillo Sciliberto e da Tb design di Tina Berenato. Consulente artistico della manifestazione è Ninni Panzera. Cinemadivino, che sbarca per la prima volta in Sicilia, prevede altri due appuntamenti, uno il 7 settembre all’Enoteca provinciale di San Placido Calonerò (Il Colore Nascosto delle cose)) e uno a Casa Merlino a Randazzo, contrada Feudo Sant’Anastasia, l’8 settembre (Come un Gatto In Tangenziale) inseriti nel cartellone e un terzo, fuori cartellone, il 14 settembre al Marina del Nettuno di Messina (Chi m’ha Visto). Per informazioni e prenotazioni 3890271158 o cinema This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Taormina. Senegalese irregolare vende merce contraffatta e aggredisce poliziotti


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Un’ordinaria attività di controllo del centro Taorminese condotta con l’ausilio della Polizia Locale ha portato i poliziotti all’arresto di un senegalese Abass Seye di 41 anni per resistenza a Pubblico Ufficiale. Lo avevano sorpreso sul corso principale della perla jonica intento a vendere la propria merce contraffatta, approfittando dei numerosi turisti presenti sul posto soprattutto in questo periodo. Alla vista dei poliziotti lo straniero è fuggito, ma dopo un inseguimento breve è stato bloccato. Alla richiesta di esibire un valido documento, il senegalese ha reagito in modo violento tipico di chi, non trovandosi in uno stato di regolarità, rifugge da accertamenti di questo tipo. La resistenza e l’insofferenza manifestate, non hanno impedito ai poliziotti di trarlo in arresto e di condurlo presso gli uffici di Polizia per i relativi approfondimenti. Già destinatario di decreto di allontanamento dal territorio nazionale, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa di giudizio per direttissima, secondo quanto disposto all’Autorità giudiziaria competente, prontamente avvisata dell’accaduto, e denunciato altresì per la detenzione ai fini della vendita di materiale contraffatto.

Riciclava milioni di dollari, colombiano ricercato in tutto il mondo arrestato a Taormina


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione alla richiesta di arresto provvisorio dell’ufficio del Dipartimento di Giustizia USA presso l’Ambasciata di Roma, a carico di Gustavo Adolfo Hernandaz Frieri, cittadino colombiano di 45 anni, destinatario del mandato di arresto emesso dal Tribunale Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto Meridionale della Florida (Stati Uniti d’America). L’arrestato è ritenuto responsabile del reato di partecipazione ad una associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro. Lo stesso è ritenuto essere a capo di un gruppo di aziende di servizi finanziari che operano in Florida ed in America Latina, tra cui la Global Securities Advisro (GSA), utilizzate per compiere una serie di operazioni finanziarie internazionali di facciata, dissimulanti attività di riciclaggio per milioni di dollari nonché promuovere il traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Nello specifico Hernandez ha pianificato il riciclaggio del denaro attraverso sistemi finanziari internazionali, rendendolo disponibile all’uso da parte dei criminali in tutto il mondo senza alcuna tracciabilità. L’uomo, rintracciato presso un Hotel di Taormina dove alloggiava con la propria famiglia, è stato condotto presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

La Polizia di Taormina in prima linea nella lotta contro la vendita di prodotti contraffatti


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

La Perla Ionica si tinge di festa: il calendario degli eventi mondani, con la stagione estiva, si intensifica complice, tra gli atri, lo scenario unico e suggestivo del Teatro Antico. Con l’aumentare degli appuntamenti aumentano i controlli dei poliziotti del Commissariato di P.S di Taormina che, da ultimo, lo scorso giovedì, avvalendosi della preziosa collaborazione della locale Compagnia della Guardia di Finanza, hanno intensificato l’attività di repressione del fenomeno della commercializzazione di prodotti falsi. Molte le persone non autorizzate sottoposte ad identificazione ed a segnalazione alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di vendita di articoli contraffatti. Altrettanto numeroso il materiale sequestrato (fascette, magliette, cappellini).

Carabinieri di Taormina arrestano quattro persone per maltrattamenti


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Le quattro persone arrestate dai Carabinieri di Taormina hanno in comune il fatto di essersi reso responsabili di maltrattamenti in famiglia, danneggiamento, violenza privata, Stalking. Reato commesso tra Graniti, Taormina, Giardini Naxos e Calatabiano, nell’ultima settimana. In manette sono finiti quattro persone, tre italiani ed un cittadino straniero.
Nel primo dei quattro casi a finire in manette è stato un cittadino calatabianese, 33 anni, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Messina poichè l’uomo si era reso responsabile nei confronti dell’ex fidanzata, di cui non accettava il suo allontanamento, di atti persecutori, percosse, violenza privata e furto.
A Giardini Naxos i carabinieri hanno arrestato un 60enne del luogo, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali commessi nei confronti dell’anziana madre. I militari, dopo essere intervenuti presso l’abitazione dell’uomo, su indicazione della vittima, hanno trovato la donna in forte stato di agitazione e con evidenti segni di percosse. La donna ha raccontato di essere stata colpita per l’ennesima volta dal proprio figlio per futili motivi. I medici dell’Ospedale di Taormina hanno medicato diverse ferite lacero contuse, guaribili in 15 giorni.
Solo qualche giorno dopo, sempre a Giardini Naxos, i militari sono intervenuti poiché un cittadino tunisino di 30 anni si era reso responsabile di maltrattamenti in famiglia  e danneggiamento nei confronti della propria compagna, anch’ella straniera, di 42 anni. I carabinieri dopo la segnalazione della donna, prontamente intervenuti sul posto, hanno sorpreso l’uomo, sotto l’effetto di sostanze alcoliche, che dopo aver sfondato la porta d’ingresso di casa, stava picchiando selvaggiamente la vittima che, trasportata presso l’ospedale di Taormina, è stata giudicata guaribile in 15 giorni a causa delle percosse ricevute. L’ultimo arresto è scattato a Graniti. Qui i militari hanno arrestato un sorvegliato speciale di 29 anni per maltrattamenti in famiglia nei confronti della propria compagna e violazione degli obblighi imposti  dall’Autorità Giudiziaria. l’aggressore è stato sorpreso fuori dal proprio domicilio in orario non consentito. I carabinieri sono stati testimoni delle continue minacce proferite all’indirizzo della stessa donna e dei suoi familiari. Anche in questo caso la donna visitata presso il locale nosocomio di Taormina ha ottenuto 15 giorni di prognosi a causa delle botte ricevute.
 «Le denunzie da parte delle vittime di maltrattamenti in famiglia, stalking, violenze di genere e nei confronti di minori sono di fondamentale importanza per gli organi deputati a perseguire tali tipologie di delitti  poiché conducono ad un immediato intervento in loro tutela - spiegano i carabinieri-. L'immediatezza della risposta della Polizia Giudiziaria si ricollega anche ad una specifica preparazione professionale nell'affrontare tali reati, sollecitata e coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina, che ha stabilito precise modalità operative per giungere quanto più rapidamente possibile a tutelare tutte le vittime vulnerabili».

Dalla baia di Giardini Naxos alle vie del centro di Taormina è caccia agli abusivi


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Continuano i controlli delle Fiamme Gialle nei confronti delle attività commerciali abusive nelle aree costiere e balneari della perla dello jonio. Ieri mattina il blitz dei militari del Comando Provinciale e della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Messina contro gli abusivi delle gite turistiche in barca. Le Fiamme Gialle hanno constatato complessivamente 44 mancate emissioni di scontrini fiscali, effettuati 18 controlli in materia di lavoro sommerso, rilevando 6 lavoratori in nero e controllati 14 natanti, verbalizzandone 12, che esercitavano l’attività di noleggio per gite turistiche lungo il litorale senza le prescritte autorizzazioni e le dovute dotazioni di sicurezza a bordo, condotte, in taluni casi, da personale addirittura sprovvisto della patente nautica e, comunque, non in regola con le previste normative previdenziali e assicurative.

I 6 lavoratori in nero sono stati tutti scoperti all’opera ed impiegati a bordo o presso gli stand che sul lungo mare di Giardini Naxos (ME) promuovono gite turistiche in barca lungo il litorale della perla dello Jonio, omettendo tra l’altro, come riscontrato dai finanzieri di Taormina (ME) con la constatazione di ben 44 casi di mancata emissione, il rilascio dello scontrino o della ricevuta fiscale. L’operazione è stata condotta anche via mare con l’ausilio di 2 vedette classe 2000 del Comparto Aereonavale della Guardia di Finanza a cui dal 2017, è stata affidata la “sicurezza del mare”, assegnandole compiti di ordine e sicurezza pubblica che si aggiungono alle consolidate attività di polizia economico finanziaria, proprie della Guardia di Finanza. Il fenomeno del mancato rilascio del documento fiscale e del lavoro “nero” ed “irregolare”, nonché le connesse manifestazioni di illegalità, è una realtà che maggiormente nella stagione estiva, attesa l’elevatissima vocazione turistica del litorale ionico, va ad inquinare il mercato e l’economia legale, a discapito di tutti i cittadini e le aziende che operando nel rispetto della legalità, subiscono più direttamente il costo sociale di tali comportamenti illeciti.

 

La guardia Costiera rinviene cadavere senza braccia e testa al largo di Isola Bella


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Macabro ritrovamento nel mare antistante l'Isola Bella a Taormina. In tarda mattinata la Guardia Costiera di Giardini Naxos ha individuato un corpo senza braccia, senza testa e in avanzato stato di decomposizione. Il cadavere si trovava a circa 60 metri dalla riva e, ovviamente, non è stato possibile effettuare il riconoscimento. La salma è stata poi recuperata dal Nucleo Carabinieri Subacquei di Messina ed è stata trasportata all'ospedale di Taormina per potere effettuare l'autopsia che dovrebbe dare qualche elemento per risalire all'identità del cadavere e alle cause della morte.

Giovane donna di Taormina muore dopo un intervento chirurgico di routine al Policlinico


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Una giovane vita spezzata a 33 anni dopo un intervento chirurgico di routine nel reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico di Messina. E' probabile che la magistratura apra un'indagine per comprendere i motivi del decesso della giovane e verificare se ci siano state negligenze da parte dei sanitari che l'avevano in cura. Valentina Carella, figlia dell'ex assessore al Comune di Taormina Gaetano Carella, era sposata da cinque anni e aveva un bimbo di due anni. Era stata ricoverata lo scorso mercoledì e, dopo una serie di complicazioni che hanno spinto i medici a indurre un coma farmacologico, ieri pomeriggio il suo cuore ha smesso di battere. L'intera comunità taorminese è sotto shock, la giovane e la famiglia sono molto conosciuti nel comune jonico e tanti ancora stentano a credere che Valentina non c'è più. La famiglia vuole comprendere i motivi di questa morte che non potrà mai accettare.

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information