Dirigenti comunali, Gioveni: "De Luca suoni la sveglia, troppo lassismo e tempi biblici"


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

“Se il Sindaco De Luca intende dettare i tempi al Consiglio Comunale sull’approvazione delle delibere è un suo diritto che ci auguriamo tutti di poter soddisfare, ma sarebbe importante che lui dettasse i tempi anche a Dirigenti e funzionari dei Dipartimenti nella definizione delle loro tante incombenze amministrative e tecniche”. Il consigliere comunale del Pd, Libero Gioveni, chiede che la medesima celerità richiesta all’Aula per l’esame degli atti prodotti dalla Giunta venga anche chiesta agli uffici nell’espletamento delle loro attività a beneficio della cittadinanza.
"L’elenco delle “eterne attese” è parecchio lungo – ricorda Gioveni. Si attendono ancora, infatti, nonostante alcun ostacolo sembra frapporsi se non quello, in alcuni casi, dell’assoluta “noncuranza”:- il bando per le riduzioni ed esenzioni TARI 2016 per le famiglie a basso reddito;- il bando per il bonus socio sanitario per le famiglie aventi disabili gravi in casa; - la pubblicazione delle graduatorie per i 50 alloggi di villaggio Matteotti, per i 46 alloggi di Camaro Sottomontagna, per l’assegnazione degli alloggi popolari scaduto il 28 maggio scorso e per la mobilità negli alloggi; - l’avvio dei lavori di messa in sicurezza del tratto franato nella strada di collegamento fra i villaggi di San Giovannello e San Filippo; - l’avvio dei lavori già appaltati con i fondi PAC per il potenziamento degli asili nido di Camaro e San Licandro; - l’apertura dell’ormai completato Micro Nido aziendale all’interno di Palazzo Zanca; - il pagamento delle spettanze degli scrutatori che hanno svolto il servizio nel seggio “pilota” alle ultime Amministrative; - l’avvio del servizio di rilascio delle carte d’identità nella 3^ Circoscrizione; - la riduzione dei tempi di attesa per il rilascio della carta d’identità elettronica a Palazzo Zanca visto che nella sede della 1^ Circoscrizione viene rilasciata seduta stante; - la riduzione dei tempi di attesa degli interventi di “pronto intervento” dopo la collocazione della relativa segnaletica di sicurezza; - la riduzione dei tempi di attesa nella risposta alle interrogazioni; - il bando per le tessere gratuite ATM per gli invalidi civili e del lavoro; - l’attivazione della condotta idrica fra Tono e Mortelle i cui residenti sono senza acqua potabile nonostante la condotta esista.Potrei ancora continuare – prosegue il consigliere – per dimostrare che parecchie di queste inadempienze sono frutto solo del lassismo degli uffici che, quindi, dal sindaco vanno assolutamente “svegliati” e sollecitati agli adempimenti di competenza. Pertanto – conclude Gioveni – nel cogliere positivamente la richiesta del primo cittadino a voler accelerare i tempi nella trattazione degli atti di Giunta in Consiglio Comunale, lo invito anche a “suonare la sveglia” a qualche burocrate di troppo che forse non ha ancora capito che, nell’interesse della cittadinanza, deve anch’egli accelerare i tempi senza se e senza ma”.

Scuola Mazzini-Gallo, lavori appaltati e mai iniziati, Gioveni: "Si rimuova il dirigente Ajello"


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

“Se anche l’ordinanza di chiusura delle scuole del sindaco De Luca dovesse essere totalmente revocata con la riapertura di tutte le scuole, ci sono dei plessi, come quello che ospita la “Mazzini Gallo”, che rischia di non aprire comunque in tempo a causa del lassismo di qualche soggetto preposto!”
Il consigliere comunale Libero Gioveni stigmatizza l’inerzia del Dipartimento edilizia scolastica a dare il via ai lavori già appaltati per il ripristino degli intonaci del tetto della scuola “Mazzini Gallo”, il cui crollo aveva preoccupato tantissimo i genitori dei piccoli alunni delle elementari e medie.
"Il sindaco De Luca vuole dettare i tempi al Consiglio Comunale per l’approvazione delle delibere? Bene – commenta Gioveni – ma farebbe bene a pensare di dettare i tempi anche negli uffici visto che già da diversi giorni la gara per i lavori alla “Mazzini Gallo” è stata appaltata, ma ancora la ditta aggiudicataria non ha prodotto i documenti necessari per avviare gli interventi, nonostante la diffida ricevuta! E allora cosa si aspetta a chiamare in causa la seconda ditta aggiudicataria? – si chiede il consigliere. Non è possibile e non è assolutamente tollerabile – prosegue indignato l’esponente del Pd – che in piena emergenza scuole si faccia di tutto affinché continui a piovere sul bagnato senza battere ciglio e senza prendere i dovuti provvedimenti! Vado chiedendo da tempo – incalza il consigliere comunale – la rimozione del Dirigente Ajello, che in tema di scuole ha fatto acqua da tutte le parti; basti ricordare i periodi di gelo vissuti dai piccoli alunni per la mancata verifica degli impianti di riscaldamento, le ordinanze di chiusura sbagliate e, dulcis in fundo, la perdita dei 115 milioni di euro totali dei fondi FESR da cui attingere per la mancata presentazione dei progetti. Se tutto questo non basta per sollevare dall’incarico un Dirigente – conclude Gioveni – non so più cosa altro serva! Intanto, però, si pensi ad iniziare i lavori alla “Mazzini Gallo”, perché, se si riesce a sistemare quanto meno il piano inferiore che ospita le elementari, si potrebbero iniziare le lezioni, ordinanza permettendo, con i doppi turni, che di questi tempi sarebbe già una conquista".

Le baracche di Bisconte, per Gioveni sono "quasi villette" e non andrebbero abbattute


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

“Moltissime famiglie di Bisconte che vivono in zona Risanamento non si considerano affatto dei baraccati vivendo esse in casette ultrapopolari dignitose e ben sistemate, pertanto non vorrebbero aver assegnato alcun alloggio popolare!”. Il consigliere comunale del Pd Libero Gioveni annuncia ciò che in questo momento rappresenta davvero la classica “eccezione alla regola” e invita l’Amministrazione De Luca a valutare attentamente di estrapolare questa porzione di area di Bisconte dall’ambito “C”. "Tutte le casette che insistono  proprio sotto la piazza di Bisconte abitate da decenni da parecchie decine di nuclei familiari - spiega Gioveni – potrebbero essere considerate, per come sono state mantenute e migliorate negli anni, dei veri e propri immobili storici che, pur essendo inserite in un contesto di degrado confinando a monte con l’area sbaraccata di via Caltanissetta (i cui ex residenti furono trasferiti 13 anni fa nel “casermone bunker” dei 189 alloggi IACP), costituiscono un piccolo “borgo” che certamente potrebbe essere valorizzato! Questa proposta – prosegue il consigliere – oltre a rappresentare la risultante di una volontà popolare quasi unanime da parte dei residenti, nasce in riferimento all’apprezzabile iniziativa del sindaco De Luca che in questi giorni ha “sguinzagliato” delle “taske force” per aggiornare e completare in tutta la città il  censimento di tutte le famiglie residenti nelle zone Risanamento, col tentativo di evidenziare ufficialmente quali aree risultano messe peggio sotto il profilo igienico sanitario; e Bisconte in questo senso non è da considerare da “terzo mondo” come purtroppo tante altre! Questa zona per lo più – evidenzia l’esponente del Pd – avrebbe soprattutto bisogno di più attenzione in termini di pubblica illuminazione e manutenzione, ma le “quasi villette” che insistono in quest’area (si possono quasi definire così per come sono state trasformate negli anni) sarebbe davvero un peccato abbatterle! Pertanto – conclude Gioveni – nel non voler avere la presunzione di decidere per queste famiglie che già oggi tuttavia sembrano orientate per il non abbattimento, sarebbe quanto meno opportuno da parte dell’Amministrazione, che già da lunedì prossimo deve tirare le somme del censimento, coinvolgerle in una sorta di indagine conoscitiva, anche perché una eventuale volontà di rimanere sui luoghi da parte di questi nuclei potrebbe certamente “alleggerire” anche il fabbisogno di alloggi per la causa".

Lo sbaraccamento a Messina deve passare dal potenziamento del Dipartimento politiche della casa


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Non ci potranno essere ordinanze sindacali o Agenzie del Risanamento che tengano che possano accelerare lo sbaraccamento nella nostra città se il Dipartimento politiche della casa di Palazzo Zanca continuerà a rimanere così paurosamente depotenziato!”. Il consigliere comunale del Pd Libero Gioveni, che già nell’aprile scorso aveva lanciato l’allarme per una condizione prossima alla paralisi in uno dei Dipartimenti più importanti di Palazzo Zanca, denuncia l’aggravarsi di una situazione al collasso in cui il ridottissimo personale deve far fronte ad un carico di lavoro esponenzialmente aumentato e che tende da qui in avanti ad aumentare sempre dinpiù.
"Dopo il trasferimento 4 mesi fa di un funzionario al Dipartimento cimiteri – spiega Gioveni – in organico per le procedure di assegnazione sono rimaste adesso di fatto (tolta la figura di un’assistente sociale che si occupa di altre incombenze) solo 2 persone che in questo periodo si devono occupare, fra le altre cose, di completare la tanto attesa graduatoria dei 46 alloggi di Camaro Sottomontagna e quella dei 50 alloggi dell’Annunziata, che come è noto implicano tanta attenzione per le peculiarità e i requisiti anagrafici e territoriali degli aventi diritto.
Nonostante ciò il sindaco De Luca – prosegue il consigliere – ha chiesto legittimamente agli uffici delle relazioni complete sul censimento di tutti gli ambiti  in relazione all’ordinanza emessa, che certamente ha rallentato ulteriormente questi due adempimenti amministrativi a cui, per altro, se ne devono aggiungere altri due di cui nessuno parla: la graduatoria relativa al bando per la mobilità negli alloggi popolari (il primo in assoluto varato nella storia del Comune di Messina) e la tanto attesa graduatoria del bando per l’emergenza abitativa, varato dopo 5 anni dall’ultimo e scaduto il 28 maggio scorso, sulla quale ancora, appunto, il Dipartimento non ha messo mani.
Senza considerare anche altre delicate incombenze amministrative, come quella della valutazione delle istanze volte ad ottenere i trasferimenti di residenza nelle zone di Risanamento, che necessitano esperienza nel settore ed attenzione.
Davvero impensabile, quindi – chiosa l’esponente del Pd - che questa enorme mole di lavoro, delicatissima per i destinatari, possa essere gestita in così poco tempo da un così numero ridottissimo di dipendenti. Pertanto – conclude Gioveni – la richiesta al sindaco De Luca, che detiene anche la delega al personale, non può che essere quella di implementare immediatamente l’organico del Dipartimento per la definizione di questi importanti atti amministrativi, altrimenti le buone intenzioni del primo cittadino in tema di Risanamento rischiano davvero di essere vanificate".

Gioveni chiede controlli e lavori di messa in sicurezza dei torrenti cittadini


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

"Cosa si sta facendo per arginare il fenomeno delle piogge killer nei 96 torrenti cittadini? Cosa prevede il programma dei necessari interventi di bonifica, pulizia e risagomatura degli alvei? Quante somme ci sono a disposizione per la loro messa in sicurezza? Quali sono le priorità fra i quasi 100 torrenti che attraversano la nostra città?". Il consigliere comunale del Pd, Libero Gioveni, pone all’Amministrazione una serie di interrogativi sullo stato dei numerosissimi torrenti, parecchi dei quali estremamente mal ridotti, chiedendo una immediata ricognizione delle priorità di intervento con relativo avvio dei lavori di messa in sicurezza. "Non possiamo certamente dormire sonni tranquilli – afferma preoccupato Gioveni– per le condizioni dei nostri corsi d’acqua a fronte delle piogge torrenziali che già in questo periodo si stanno verificando e che da qui in avanti potranno interessare, anche in maniera più accentuata, il nostro fragile territorio. Ho ancora in mente il preoccupante dossier redatto nel gennaio 2016 dal Genio Civile – prosegue il consigliere – nel quale venivano evidenziate le “zone rosse” con l’elenco dei torrenti più a rischio che sembrava un vero e proprio “bollettino da guerra”: Papardo, San Michele, Bisconte, Larderia, Bordonaro, Mili, Zafferia, Rodia, Acqualadroni sono solo alcuni dei torrenti che caratterizzavano la dettagliata mappa del rischio disegnata accuratamente dagli esperti. Tra l’altro in molti di questi torrenti – ricorda l’esponente del Pd – oltre ad esserci depositato di tutto fra materiale inerte, suppellettili e rifiuti che vanno ad integrarsi con la fitta vegetazione, sono state realizzate anche opere abusive che rendono i corsi d’acqua delle vere e proprie “bombe” pronte ad esplodere. Pertanto – conclude Gioveni – si rende necessario e urgente avere nella competente Commissione consiliare un quadro chiaro e completo di tutta la situazione dei torrenti, degli interventi già programmati e di quelli ancora non posti in essere, che certamente l’assessore alla protezione civile Minutoli, che conosce bene la materia, unitamente ai Dirigenti e ai tecnici, potranno e dovranno illustrare a garanzia della pubblica sicurezza".

Palazzo Zanca, Libero Gioveni eletto presidente I Commissione consiliare


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Il consigliere comunale, Libero Gioveni, è stato eletto stamani presidente della I Commissione consiliare, che si occuperà di Viabilità, Trasporto Urbano, Mobilità Sostenibile, Città Metropolitana e Area dello Stretto, Decentramento e Circoscrizioni, Infrastrutture e Lavori Pubblici, Manutenzione Beni e Servizi, Arredo Urbano e Spazi Pubblici, Cimiteri. “Sono onorato e nello stesso tempo sento su di me grande responsabilità – dichiara Gioveni – per questo nuovo e importante ruolo affidatomi dai colleghi che ringrazio per la fiducia. L’elevato numero di deleghe, per altro parecchio complesse, comporterà, a fronte anche delle tante emergenze cittadine, un impegno gravoso che vorrei concretizzare, unitamente a tutti i colleghi commissari, anche attraverso una costante e incisiva interlocuzione con l’Amministrazione”. Sono stati eletti vicepresidenti della Commissione i consiglieri Giovanni Scavello e Massimo Rizzo.

Pubblica illuminazione, Gioveni chiede a De Luca di affidarsi a Consip


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

“Le scelte politiche errate per la gestione e la manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione da parte del precedente assessorato ai lavori pubblici e del relativo Dipartimento sono acclarate anche dalla Legge di Bilancio 2018 che prevede espressamente l’affidamento a Consip per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento normativo sugli impianti di illuminazione pubblica”.
Il consigliere comunale del Pd Libero Gioveni, convinto più che mai adesso anche dalle nuove norme, rispolvera la sua vecchia proposta presentata il 18 novembre 2016 che ha adesso intenzione di portare avanti confidando nel buon senso del sindaco De Luca, con la quale aveva chiesto di affidarsi a Consip nella gestione e nella manutenzione della pubblica illuminazione cittadina, proposta poi respinta dal trio "De Cola, Amato, Saglimbeni" perché ritenuta non conveniente. "Non mi sono mai convinto della risposta fornitami dal Dipartimento – afferma Gioveni – e il fatto che anche la Legge imponga ai Comuni di seguire una certa direzione non è altro che una riprova di quanto vado convintamente sostenendo.
Se non è bastata al Dipartimento (che finora ha fatto ricorso solo ad interventi tampone con ditte che non hanno certamente garantito dei servizi adeguati lasciando spesso molte zone cittadine al buio) la Circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze –prosegue il consigliere – che obbligava le Amministrazioni ad affidarsi a Consip per l’approvvigionamento di beni e servizi al territorio nell’ambito del Programma di razionalizzazione della spesa delle pubbliche amministrazioni, spero adesso che il sindaco De Luca e il neo assessore al ramo Mondello facciano applicare alla lettera i commi 697 e 698 della Legge n. 205 del 27/12/2017, che stabiliscono in particolare: "…entro il 31 dicembre 2022 gli enti locali promuovono la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e di adeguamento normativo sugli impianti di illuminazione pubblica di proprietà, in modo tale da ottenere, entro il 31 dicembre 2023, una riduzione dei consumi elettrici... facciano ricorso a tecnologie illuminanti... facciano ricorso a "trumenti di acquisto e di negoziazione di Consip S.p.A....” L’adesione a Consip – spiega convinto l’esponente del Pd – avrebbe permesso e permetterebbe, in condizioni di assoluta trasparenza, tempistiche di attuazione molto brevi e costi di gara e di progetto completamente nulli (a differenza di qualsiasi altra soluzione) visto che la gara viene esperita a monte con bando europeo dal Ministero.
Insomma – conclude Gioveni – la “svolta” promessa dal sindaco De Luca in campagna elettorale si dovrà vedere anche in queste cose, ossia cercando di scardinare certi sistemi o procedure tecniche e amministrative ormai obsolete che, giusto per rimanere in tema, hanno fatto piombare la città nel buio più assoluto".

Per contrastare gli imbrattatori Gioveni propone l'utilizzo delle Guardie Ambientaliste


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Il consigliere comunale  del Pd Libero Gioveni, nella scorsa legislatura, aveva  insistito tanto con una proposta “in housing” che avrebbe potenziato la sezione Decoro della Polizia Municipale nei compiti sanzionatori verso chi oltraggia il territorio o non rispetta le regole del vivere civile, e adesso la ripropone all’Amministrazione De Luca alla luce delle apprezzabili intenzioni di tenere sempre più pulita la città. "Si tratta di quel personale - ricorda il consigliere - che nella lontana gestione ATO 3 targata "Lamacchia-Barresi" di 10 anni fa era stato formato con un corso di GAV (Guardie Ambientali Volontarie) e che, proprio alla luce di questa mirata formazione, già l’Amministrazione Accorinti aveva impiegato spesso appunto a supporto della fin troppo decimata squadra Decoro, con risultati tra l’altro soddisfacenti perché durante questi periodi lo stesso personale aveva prodotto al Dipartimento igiene e sanità centinaia di relazioni di servizio mirate al rispettodell’ambiente. Il sindaco De Luca, che giustamente ha intrapreso una incisiva politica di repressione – evidenzia l’esponente del Pd – non si troverà più davanti alcun ostacolo giuridico, perché le 6 unità già formate fanno parte della nuova “MessinaServizi” e potrebbero finalmente raggiungere l’obiettivo di coprire dei servizi fondamentali come lo è, appunto, il controllo del territorio e la repressione di squallidi fenomeni che lo deturpano. Pertanto - conclude Gioveni– l’Amministrazione si adoperi subito nel far attribuire da S.E. il Prefetto Librizzi al personale già formato la qualifica di GAV, sia a garanzia della sicurezza del personale che opera tutti i giorni su strada visti i numerosi episodi di aggressione subìti in passato, sia per la necessità di dotarsi di preziose unità che si troverebbero già nelle condizioni di controllare il territorio e soprattutto di multare i trasgressori delle ordinanze in difesa dell'ambiente, al pari appunto dei nostri pochi vigili urbani".

Pista ciclabile urbana di Messina, Gioveni chiede a De Luca di rimuoverla


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

“L’ex assessore alla mobilità urbana Cacciola ieri ha accusato il sindaco De Luca di voler distruggere tutto quello che lui ha costruito! Forse ha anche ragione su alcune questioni, ma giuro che se il primo cittadino dovesse decidere di rimuovere l’assurda, inutile e pericolosa pista ciclabile in centro, io gli stringerei la mano!”. Con queste parole il consigliere comunale del Pd Libero Gioveni, dopo aver chiesto in passato in più occasioni la rimozione della pista ciclabile urbana realizzata dall’Amministrazione Accorinti perché ritenuta da sempre inutile e parecchio pericolosa, adesso confida nella volontà politica della nuova Amministrazione De Luca, auspicando possa andare proprio in questa direzione. "Pur essendo concettualmente favorevole all'idea di disporre di uno spazio per il percorso delle biciclette (certamente apprezzabile quello di via Consolare Pompea prolungato fino a S. Agata, anzi urge ripristinare il tratto franato!!) – afferma Gioveni – insisto nel dire che il percorso ciclabile realizzato più di 4 anni fa oltre che sul corso Cavour, anche in via Cesare Battisti, in via Garibaldi e in via Tommaso Cannizzaro fronte Università, abbia deluso le aspettative, se non altro perché pressoché inutilizzato dai cittadini, forse poco avvezzi all'uso della bici in città.

Occorre anche ammettere - spiega il consigliere - che l'anarchia e l'inciviltà che regnano incontraste nelle nostre strade rendono tutta la situazione viaria (ivi compresa quella afferente al percorso ciclabile) davvero ingestibile! Nelle mie richieste di eliminare la pista ciclabile urbana, infatti - rimarca Gioveni - ho sempre riportato l’esempio della caotica via Cesare Battisti nel tratto compreso fra la via Cannizzaro e la via Garibaldi, dove a causa della perenne doppia fila sul lato destro della carreggiata, che mal si coniuga certamente con gli spazi già sottratti al transito delle autovetture dalle previste corsie degli autobus e delle biciclette, si è praticamente trasformata in una strada ad un'unica corsia! Per non parlare poi del tratto a ridosso dell’Università che è sistematicamente coperto dalle auto in sosta - insiste l’esponente Pd – per cui, così come per la via Cesare Battisti, occorrerebbe per almeno 12 ore giornaliere un presidio fisso di vigili urbani, e questo, con le note carenze del Corpo, è praticamente impossibile! Se poi a tutto questo si aggiungono - conclude Gioveni - i potenziali pericoli che incombono per i ciclisti che transitano senza alcuna protezione proprio a ridosso della corsia dei bus (nonostante tale configurazione viaria sia regolarmente prevista dalle norme), non si può non evidenziare l’inutilità e la pericolosità di questo percorso ciclabile urbano che chiedo, pertanto, al sindaco De Luca e all’assessore alla mobilità Mondello di rimuovere!".

Gioveni chiede a De Luca il ripristino dell'Ufficio Programmi Complessi


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

“L’inserimento della delega ai “programmi complessi” da parte del sindaco De Luca e affidata all’assessore Salvatore Mondello e quella “Ponte sullo Stretto” detenuta dallo stesso primo cittadino, mi spingono a chiedere la riapertura del prezioso “Ufficio Programmi Complessi” che venne smantellato dall’Amministrazione Accorinti 5 anni fa all’atto del suo insediamento”. Il consigliere comunale del Pd Libero Gioveni, con la formalizzazione di queste nuove deleghe, ritiene siano segnali chiari quelli dati dalla nuova Amministrazione in tema di sviluppo infrastrutturale nella nostra città, per cui torna a chiedere con insistenza la riapertura di questo importante “polo tecnico strategico che per anni ha gestito la pianificazione di importanti opere. "L'auspicabile realizzazione di nuove infrastrutture nel nostro territorio - afferma Gioveni – avvierebbe senz’altro un nuovo percorso di possibile crescita sociale e occupazionale, che unito alle grandi opere già in itinere (strada via don Blasco, porto di Tremestieri e copertura Torrente Bisconte Catarratti), traccerebbe di certo una nuova linea di demarcazione fra passato e futuro in tema di mega-infrastrutture.
Parecchi sono i progetti – afferma il consigliere - che giacciono indisturbati sulle scrivanie di un sottodimensionato ufficio dei lavori pubblici, che tra le altre cose andrebbe potenziato. Faccio riferimento in particolare - prosegue l’esponente del Pd - a tutti quei progetti relativi alle opere compensative del ponte per le quali Accorinti aveva chiesto persino aiuto all’ex Presidente del Consiglio Renzi consegnando la cosiddetta (e nei fatti infruttuosa) “Agenda Messina”.
L'elenco è lungo e noto a tanti; giusto per citarne solo alcuni:
1. il recupero della Real Cittadella;
2. il piano particolareggiato di Capo Peloro;
3. la nuova viabilità di collegamento Granatari - via Marina;
4. l'adeguamento e la riqualificazione della via Panoramica dello Stretto;
5. la variante Faro Superiore - Tono;
6. il completamento della viabilità Torrente Papardo - Faro Superiore.
Insomma, tutte grandi opere che - secondo il consigliere comunale - non potranno mai essere gestite da un piccolo ufficio del Dipartimento lavori pubblici che ha già grosse difficoltà a seguire i piccoli progetti. Auspico, pertanto – conclude Gioveni - l'immediata riapertura e il conseguente potenziamento dell'Ufficio "Programmi Complessi" al fine di gettare delle basi certe per una reale ripresa dell'economia cittadina e del sempre più paralizzato settore edile".

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information