Droga all'interno di un'associazione dilettantistica sportiva, arrestato il titolare


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Con la copertura di essere il titolare di un’associazione sportiva dilettantistica, del centro cittadino, il pregiudicato quarantenne catanese, Giuseppe Bonifacio, servendosi della complicità di un quarantanovenne pregiudicato messinese, esercitava attività si spaccio di sostanze stupefacenti. I movimenti furtivi di diverse persone che entravano nel circolo, per poi uscirne dopo pochi minuti, non sono sfuggiti all’attenzione dell’equipaggio di una volante della Polizia di Stato che svolgeva un normale servizio di controllo del territorio. I poliziotti, insospettiti che si stesse consumando un’attività illecita, con l’ausilio di altre due Volanti, sono intervenute all’interno del locale ed hanno effettuato un'attenta perquisizione, rinvenendo e sequestrando marijuana, abilmente occultata all’interno di un forno a microonde ed di un case di un DVR, già suddivisa in 6 dosi da circa 25 grammi ciascuna. Rinvenuti un bilancino di precisione, del materiale per il confezionamento e del denaro, ritenuto provento dell’attività illecita. La perquisizione, estesa all’autovettura ed all’abitazione del quarantenne, ha permesso di rinvenire e sequestrare, inoltre, circa 500 grammi di marijuana ed un panetto di hashish, nascosti all’interno di un case di PC. Nel salone della sua abitazione, sono stati trovati ulteriori due involucri di cellophane contenenti ciascuno 5 grammi di marijuana. Pertanto, Giuseppe Bonifacio è stato arrestato e, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi e, insieme al complice denunciato in stato di libertà, dovrà rispondere del reato in concorso di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I locali dell'associazione sono stati sottoposti a sequestro.

Ai domiciliari, in permesso lavoro spaccia droga a Villa Sabin dove faceva manutenzione


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno eseguito un ordinanza di aggravamento della misura cautelare a carico del 43enne messinese Davide Mandalà. L’uomo era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari – per reati inerenti gli stupefacenti avvenuti nel febbraio di quest’anno, con l’autorizzazione di lasciare il proprio domicilio nell’arco della mattina per poter lavorare ed, in particolare, collaborava alla manutenzione del verde pubblico presso la Villa “Sabin” in viale della Libertà. Alcuni giorni fa, durante l’orario di lavoro, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, lo hanno sorpreso mentre cedeva una dose di marijuana ad un conoscente che era in sosta, a bordo di un’auto, all’esterno della Villa comunale di Viale Libertà. I militari notavano lo strano comportamento del conducente dell’auto che affiancava il proprio veicolo all’inferriata che circonda la villa e sporgeva il braccio dal finestrino, scambiando qualcosa con una persona all’interno della Villa ed insospettiti intervenivano bloccando il conducente dell’auto e Mandalà, che era la persona che si trovava all’interno della villa, il quale stava cercando di allontanarsi dall’inferriata. Le perquisizioni effettuate consentivano di rinvenire all’interno dell’autovettura, proprio sotto il freno a mano, una bustina contenente 0,6 grammi di marijuana, mentre nelle tasca del 43enne veniva trovata una banconota di cinque euro. Mandalà è stato denunciato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina per cessione di stupefacenti e, contestualmente, è stata avanzata la richiesta di aggravamento della misura cautelare cui l’uomo era sottoposto. La richiesta di aggravamento della misura cautelare è stata accolta dal G.I.P. del Tribunale di Messina ed oggi, in esecuzione della misura cautelare della custodia in carcere emessa in sostituzione di quella degli arresti domiciliari, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestato il 43enne conducendolo presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

Nascondeva cento grammi di stupefacente in casa, arrestato 42enne messinese


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato in flagranza di reato, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, Vincenzo Costantino, 42 anni messinese, già arrestato dai carabinieri lo scorso giugno per lo stesso reato. A conclusione di prolungati appostamenti nel rione di San Giovannello, i militari hanno fatto irruzione all’interno delle abitazioni di persone note alle Forze dell’Ordine attorno alle quali erano stati rilevati movimenti sospetti, tra cui anche in quella del 42 enne. La perquisizione domiciliare a carico di quest’ultimo, ha permesso di rinvenire quasi 100 grammi di stupefacente, tra marijuana e hashish, un bilancino di precisione perfettamente funzionante, un tritaerba e una somma di denaro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. L’uomo, che non ha opposto resistenza all’arresto, stamattina è stato processato per direttissima, conclusosi con la sottoposizione alla misura degli arresti domiciliari e l’applicazione del braccialetto elettronico.

Cocaina e Marijuana in casa, in manette un 20enne di Gaggi


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Al termine di una attività investigativa, il 20enne di Gaggi Giovanni Chisari è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. I Carabinieri avevano notato da tempo un via vai sospetto nei pressi dell’abitazione del giovane, e avevano predisposto dei servizi finalizzati ad osservare il giovane e seguirne i movimenti. Successivamente Chisari è stato bloccato ed a sottoposto a perquisizione personale, successivamente estesa al domicilio. L’attività di indagine ha avuto esito positivo ed ha permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro diverse dosi di cocaina e marijuana. Rinvenuto anche un bilancino di precisione per pesare lo stupefacente. Espletate formalità di rito il giovane è stato accompagnato presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Messina.

Nascondeva nelle parti intime cocaina e hashish, arrestato 25enne palermitano


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Compagnia di S. Agata Militello hanno tratto in arresto in flagranza di reato S.A. 25enne residente in Provincia di Palermo, resosi responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari dell'Arma lo hanno notato mentre si aggirava, con fare sospetto, nel piazzale della stazione ferroviaria, pertanto hanno deciso di effettuare una perquisizione, estesa anche ai suoi bagagli. I risultati non si sono fatti attendere, in quanto il giovane aveva occultato, nelle parti intime, 4 grammi di cocaina e 10 grammi di hashish, suddivisi in dosi ben confezionate, pronte per essere immesse sul mercato locale. Lo stupefacente recuperato, è stato sottoposto a sequestro e sarà inviato al Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina per le analisi di laboratorio. Il giovane è stato tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, su disposizione del Pubblico Mistero di turno presso la Procura della Repubblica di Patti, è stato condotto presso la camera di sicurezza, in attesa di comparire davanti al Giudice per l’udienza di convalida ed il processo con rito direttissimo.

 

 

Rissa e droga, sospesa la licenza ad una gelateria di Giardini Naxos


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Il Questore di Messina, Mario Finocchiaro, ha disposto la sospensione della licenza di pubblico esercizio per 10 giorni, ai sensi dell’art 100 TULPS, per motivi di ordine e sicurezza pubblica nei confronti del titolare di una gelateria di Giardini Naxos. Il provvedimento consegue a fatti verificatisi lo scorso 3 luglio ed accertati dai militari dell’Arma dei Carabinieri. Quel giorno avvenne una rissa, determinando un grave turbamento della tranquillità pubblica. Inoltre, lo scorso 8 luglio, a seguito di un controllo per la prevenzione dello spaccio di stupefacenti espletato dai militari dell’Arma dei Carabinieri con l’ausilio dell’unità cinofila, è stato rinvenuto dietro un divanetto, un involucro in cellophane termosaldato contenente 2 grammi di marijuana. Il provvedimento è stato notificato all’esercente dalla locale Stazione Carabinieri e dello stesso, è stato informato anche il Sindaco del Comune di Giardini Naxos.

 

Nascondeva in casa Hashish, Marijuana e un fucile giocattolo privo del tappo rosso


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Ha provato a nascondere la droga che teneva in casa ma è stato scoperto ed arrestato. Paolo Paone, messinese, di 54 anni, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare, ieri pomeriggio, dai poliziotti della Squadra Mobile. Gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 46,03 grammi di marijuana già suddivisa in dosi e pronta per la commercializzazione e 1,62 grammi di hashish, e un bilancino di precisione con evidenti tracce di sostanza stupefacente. Quando gli agenti si sono presentati, il cinquantaquattrenne ha temporeggiato ad aprire la porta di casa, nel vano tentativo di nascondere il barattolo in cui teneva la droga e di disfarsi di un fucile che poi si è rivelato essere un’arma giocattolo priva di tappo rosso. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo che si terrà nella giornata odierna.

Traffico di droga dall'Albania a Messina, chieste pesanti condanne dal Tribunale peloritano


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

L'organizzazione era gestita da tre fratelli e a capo c'era una donna, Giacoma Cambria che, insieme a Giovanni e Michele Cambria, organizzava i trasferimenti di sostanza stupefacente tra l'Albania e Messina, transitando per la Puglia.  Il gruppo criminale, diretto dalla donna, pianificava con i fornitori pugliesi ed albanesi i viaggi illeciti, grazie all’ausilio di “fedeli” corrieri, che sfruttavano il servizio navetta (da qui il nome convenzionale dell’operazione di polizia denominata “Shuttle” ) dei pulmann di linea Puglia/Sicilia, per trasportare i carichi di droga, dal capoluogo pugliese a Messina. La droga, una volta giunta a Messina, veniva consegnata ai pusher locali che avevano il compito di curarne la cessione ai consumatori. Le partite di sostanze stupefacenti sequestrate nell'operazione denominata "Shuttle" dello scorso dicembre, avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, quasi mezzo milione di euro.

Adesso sono arrivate le richieste di condanna da parte del pm alessia Giorgianni nei confronti dell'organizzazione criminale. Nel dettaglio per i fratelli Giacoma, Michele e Giovanni Cambria, rispettivamente di 45, 41 e 44 anni, sono state chiese condanne a 16 anni per la prima, 4 anni e 8 mesi per il secondo e 4 anni e 8 mesi per il terzo. Grazia Leo, 4 anni, Biagio Merlino, 2 anni e 8 mesi, Nikoll Marku 2 anni e 6 mesi.

Minacciava di morte genitori e sorella chiedendo denaro per giocare alle slot e comprare droga


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I Carabinieri di Falcone hanno arrestato il 30enne M.P. ritenuto responsabile di estorsione aggravata e rapina, maltrattamenti in famiglia e violenza privata.Dopo la denuncia dei familiari, lo scorso maggio i Carabinieri hanno avviato le indagini scoprendo che il giovane si era fatto consegnare, tramite episodi di violenza, in più soluzioni la somma contante di oltre 2 mila euro dagli anziani genitori e dalla sorella per giocare alle slot machine ed acquistare sostanze stupefacenti. Il 30enne si rivolgeva ai suoi familiari minacciandoli di morte anche con un bastone in legno, procurando un perdurante stato di ansia e timore per la propria incolumità. La richiesta di denaro era finalizzata all'acquisto di sostanza stupefacente e al gioco delle slot machine.

Le violenze fisiche e morali, le intimidazioni, le prevaricazioni e le umiliazioni, hanno costituito per le vittime fonte di un disagio continuo ed incompatibile con le normali condizioni di vita. L’indagine ha documentato che i familiari erano arrivati al punto che non avendo disponibilità economica tale da poter soddisfare le continue richieste di soldi del figlio, erano stati costretti ad implorare prestiti di denaro a persone esterne al proprio nucleo familiare, senza ottenerlo. Le pressanti ed esasperate richieste di denaro che il giovane pretendeva nei confronti dei familiari, creando in loro uno stato di perdurante timore e paura, è stato confermato dalle diverse testimonianze dei vicini, anche loro spaventati da un simile odio e violenza, indice di una personalità violenta e prevaricatrice. Infatti, sono state diverse le circostanze in cui l’uomo ha minacciato di morte, spinto e strattonato sia i genitori che la sorella per ottenere contante, proferendo, spesso, anche parole seriamente minacciose ed offensive alla loro dignità. Il 30enne al termine delle formalità di rito è stato ristretto agli arresti domiciliari.

 

 

 

Termina a Tenerife la fuga di un 25enne barcellonese ricercato per droga


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

E’ terminata ieri mattina la fuga del ricercato Antonino D'Allura, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, 25 anni, sulle cui tracce la Polizia di Stato era ormai da mesi. E’ stato arrestato alle Canarie sull’isola di Tenerife. Il venticinquenne si era dato alla macchia lo scorso ottobre quando, a bordo di una Fiat Panda, insieme ad un complice, era stato individuato durante un posto di controllo nei pressi dello svincolo autostradale A20 di Barcellona Pozzo di Gotto dagli agenti del locale Commissariato. I due provarono a seminare i poliziotti e, dopo un lungo inseguimento, andarono a sbattere contro un muro. Il complice, Giuseppe Cannistrà, 30 anni, di Barcellona P.G., fu arrestato, D’Allura riuscì a dileguarsi. Trasportavano una grossa scatola contenente 10 kg e 200 grammi di sostanza stupefacente. A partire da quel momento, i poliziotti del Commissariato di Barcellona P.G., coordinati dal Procuratore Capo della Procura della Repubblica Emanuele Crescenti e in collaborazione con il Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia, hanno dato il via ad un’attività di indagine che, passo dopo passo, ha permesso di ricostruire ogni singolo spostamento del ricercato, da Catania sino in Spagna, in un primo momento a Barcellona e successivamente a Santa Cruz di Tenerife. L’attività di monitoraggio attivata dai poliziotti del commissariato insieme al Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato ha portato all’esatta ubicazione dell’uomo, ai contatti telefonici, persino all’attività lavorativa svolta sull’isola. Tracciato anche l’ultimo trasferimento in un’altra località dell’isola, è scattata l’esecuzione del mandato di arresto europeo su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Matteo De Micheli. L’uomo dovrà rispondere del reato di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.

 

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information