Maxi blitz dei Carabinieri a S. Lucia sopra Contesse, rinvenuta un kg di marijuana


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Continua incessante il lavoro dei carabinieri della Compagnia di Messina Sud, impegnati in servizi di prevenzione e repressione di reati nell’intera giurisdizione. Nella giornata di oggi, è scattata una maxi operazione nel quartiere di Santa Lucia sopra Contesse che ha visto impegnati oltre 40 militari. Sono state numerose le perquisizioni domiciliari eseguite a carico di pregiudicati ed è stato particolarmente proficuo un rastrellamento condotto lungo un’ampia zona collinare che sovrasta il popoloso quartiere cittadino. A dare ausilio all’Arma locale vi erano 2 squadriglie dello Squadrone Carabinieri Eliportato "Cacciatori Sicilia" - unità speciale dell'Arma dei Carabinieri, di stanza a Sigonella, creata per la ricerca dei grandi latitanti e per la prevenzione e repressione dei reati in aree rurali, costituita da personale particolarmente addestrato, nonché 3 unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Nicolosi specializzate nella ricerca di armi e stupefacenti.  Il completo setacciamento dell’area, protrattosi per diverse ore a causa delle condizioni particolarmente impervie del terreno, ha permesso di rinvenire alcuni contenitori in vetro –  in parte interrati ed in parte nascosti tra i rovi – contenenti più di un chilo di marijuana, sequestrata  carico di ignoti. Spetterà adesso alle indagini, immediatamente avviate dai militari del Nucleo Operativo di Messina Sud, stabilire a chi sia riconducibile lo stupefacente rinvenuto.

Rintracciato dai Carabinieri l'aggressore del gioielliere, denunciato per lesioni gravi


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Come previsto, è stato individuato e denunciato l’aggressore del gioielliere di Messina. Si tratta di un 45enne che la sera di lunedì, poco dopo la chiusura del negozio, si è avvicinato al gioielliere e lo ha colpito con un pugno, procurandogli la frattura del setto nasale. Poi ha continuato a colpirlo con calci e pugni ininterrottamente fino a quando un altro commerciante della zona è intervenuto per evitare il peggio. Nel frattempo alcuni testimoni hanno chiamato i carabinieri che sono intervenuti immediatamente pensando che si trattasse di un tentativo di rapina, ma, come spiegato dalla stessa vittima ai militari, l’aggressione è avvenuta per motivi passionali. Adesso il 45enne dovrà rispondere dei reati di lesioni personali gravi, con l’aggravante per futili motivi. Il gioielliere è stato dichiarato guaribile in trenta giorni.

Agguato di fuoco a Messina, 63enne ferito da colpi di pistola


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Si torna a sparare a Messina. E' successo oggi alle 9 circa nel Rione Giostra. Un 63enne è stato attinto da alcuni colpi di arma da fuoco ed è stato ricoverato presso l'ospedale Piemonte di Messina. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, giunti sul posto, Francesco Cuscinà, con precedenti alle spalle, sarebbe stato avvicinato da due persone a bordo di uno scooter, il passeggero, armato di pistola, gli ha sparato contro. I proiettili lo hanno ferito di striscio al torace e centrato al braccio sinistro. I colpi sono stati sparati ad altezza uomo e non indirizzati alle gambe, questo fa pensare ad un regolamento di conti non andato a buon fine. Attualmente Cuscinà si trova ricoverato nel nosocomio cittadino e non corre pericolo di vita. Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri della Compagnia Messina centro del Nucleo Radiomobile, che stanno acquisendo le testimonianze delle persone presenti al momento dell'agguato e stanno anche estrapolando immagini registrate da telecamere di video sorveglianza che possano aver immortalato il responsabile del gesto. I militari stanno seguendo una pista affidabile e pare che l'autore del gesto abbia ormai le ore contate.

Musica a volume assordante, 21enne rischia 3 mesi di carcere


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I Carabinieri della Compagnia di Messina Sud, negli ultimi giorni sono stati impegnati in una intensa attività di vigilanza nei centri balneari del litorale jonico, in questo periodo particolarmente affollati di turisti.  I militari della Stazione di Scaletta Zanclea hanno denunciato un 21enne per disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, sorpreso mentre percorreva le vie di quel centro a bordo di un’autovettura munita di un impianto stereo artigianale, di dimensioni e potenza assolutamente sproporzionate, che diffondeva musica ad un volume assordante. L'impiantistica audio, della potenza di ben 5.000 watt, è stata sequestrata ed il fracassone rischia adesso una condanna fino a 3 mesi di arresto e un’ammenda di 309 euro. Solo qualche giorno prima, sempre a Scaletta Zanclea, erano stati denunciati per la stessa violazione di legge 8 giovani (uno dei quali minorenne) che schiamazzavano in piena notte lungo le vie cittadine, incuranti dei numerosi richiami a moderare i toni rivolti da parte dei residenti. Durante la pressante attività di controllo lungo le principali arterie di comunicazione, sono state inoltre elevate numerose contravvenzioni al codice della strada nei confronti di tanti automobilisti indisciplinati.

Chiedevano denaro per restituire lo scooter rubato, in manette due messinesi


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Furto ed estorsione aggravata, questi i reati contestati a G.B. di 40 anni e A.P. di 24 anni, entrambi di Messina. Le indagini sono scattate dopo le denunce di furto di motocicli che venivano ritrovati, stranamente, dagli stessi proprietari dopo poche ore, o al massimo entro un paio di giorni dal momento del reato. I militari dell’Arma hanno incrociato tutti i dati raccolti per trovare elementi utili per accertare se i mezzi rubati venissero riconsegnati ai proprietari estorcendo loro del denaro. Le indagini non solo hanno permesso di scoprire i responsabili, ma hanno anche consentito di delineare il modus operandi usato per portare a termine l’estorsione. Tutto partiva dal furto del motociclo della vittima che, successivamente, veniva avvicinata da una persona che si offriva di fare da intermediario ed attivarsi per farle ritrovare il proprio mezzo. Quindi il complice otteneva il numero di telefono dalla vittima, in modo da poterla ricontattare successivamente. Pochi giorni dopo avveniva il contatto e il mediatore proponeva alla vittima la restituzione del mezzo rubato in cambio di una somma di denaro, con l’avvertimento che, nel caso in cui non fosse stato corrisposto il prezzo per la restituzione, il motorino non sarebbe stato più trovato. Una volta trovato l’accordo, le parti prendevano appuntamento per la restituzione del motociclo e la consegna del denaro. Le indagini dei Carabinieri si sono sviluppate attraverso una scrupolosa analisi del traffico del telefono utilizzato per compiere l’estorsione e una attenta visione dei video estrapolati dalle telecamere pubbliche e private insistenti sulla zona, che hanno permesso di accertare quanto accaduto, di ricostruire l’intera vicenda e di individuare i responsabili. Gli elementi raccolti dai militari dell’Arma hanno indotto l’Autorità Giudiziaria ad emettere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due uomini che sono stati trasferiti alla casa circondariale di Gazzi.

Ai domiciliari dopo aver scippato due donne, evade e i carabinieri lo rinchiudono in carcere


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Si era reso protagonista di due scippi in un mese, nei confronti di altrettante donne ed aveva usufruito degli arresti domiciliari, adesso è stato rinchiuso in carcere. Si tratta del 23enne Vladimir Rinaldi. I militari sono andati a bussare a casa del giovane per notificargli un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria con cui lo stesso veniva autorizzato a spostare il luogo di detenzione presso un altro domicilio. Inspiegabilmente il 23enne, attraverso una porta secondaria, è fuggito rendendosi responsabile di evasione. I militari hanno diramato le ricerche del giovane che è stato trovato, poco dopo, nascosto in un condominio limitrofo al proprio e arrestato. Quindi è stato condotto in caserma e, successivamente, sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del processo con rito direttissimo. Al termine dell’udienza, l’arresto effettuato dai militari dell’Arma è stato convalidato e nei confronti del 23enne è stata applicata dal Giudice la misura della custodia cautelare in carcere.

E' tornato a casa il giovane scomparso da Savoca


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Si è conclusa a lieto fine la scomparsa del 23enne di Savoca Gaetano Golfo. Dopo 48 ore, il giovane è tornato a casa dopo avere fatto stare in apprensione parenti e amici. La sua auto fu ritrovata la mattina successiva alla sua sparizione con un biglietto di “saluto” alla famiglia, facendo temere il peggio. I Carabinieri della Stazione di Sant’Alessio, dopo la denuncia dei familiari, si sono messi immediatamente alla ricerca del giovane, insieme ai colleghi del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taormina. Stavano per arrivare anche le unità cinofile dell'Asd Dog Rescue Free Time di Barcellona Pozzo di Gotto, fatte rientrare dopo la notizia del rientro a casa del giovane. A causare l’allontanamento volontario da casa, pare sia stata una delusione amorosa. Il 23enne si era lasciato con la fidanzata e non aveva accettato la situazione. Nelle ore successive alla sparizione, ha vagato per le spiagge di Furci e Santa Teresa di Riva, per poi fare ritorno a casa, stanco ma in buone condizioni di salute.

Apprensione a Savoca per la scomparsa di un 23enne, ritrovata auto e un biglietto


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Gaetano Golfo anni 23, residente a San Francesco di Paola, una frazione del Comune di Savoca, è sparito nel nulla da ieri sera. Di lui non si hanno più notizie ma stamane è stata ritrovata la sua autovettura in località "passo Rina" con a bordo il cellulare e un biglietto di "saluto" alla famiglia. Il giovane è molto conosciuto in zona, ha una grande passione per il calcio, ha militato nell’Akron Savoca per 5 anni e quest’anno è approdato all’Antillese. E' molto conosciuto anche a Santa Teresa di Riva, dove lavora in una macelleria del paese jonico.  Gli amici stanno condividendo su Facebook un appello dell’amministrazione del Comune di Savoca con la speranza che si possa ritrovare presto il giovane. I Carabinieri della Stazione di Sant'Alessio hanno iniziato le ricerche in tutta la riviera jonica.

Ai domiciliari, in permesso lavoro spaccia droga a Villa Sabin dove faceva manutenzione


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno eseguito un ordinanza di aggravamento della misura cautelare a carico del 43enne messinese Davide Mandalà. L’uomo era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari – per reati inerenti gli stupefacenti avvenuti nel febbraio di quest’anno, con l’autorizzazione di lasciare il proprio domicilio nell’arco della mattina per poter lavorare ed, in particolare, collaborava alla manutenzione del verde pubblico presso la Villa “Sabin” in viale della Libertà. Alcuni giorni fa, durante l’orario di lavoro, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, lo hanno sorpreso mentre cedeva una dose di marijuana ad un conoscente che era in sosta, a bordo di un’auto, all’esterno della Villa comunale di Viale Libertà. I militari notavano lo strano comportamento del conducente dell’auto che affiancava il proprio veicolo all’inferriata che circonda la villa e sporgeva il braccio dal finestrino, scambiando qualcosa con una persona all’interno della Villa ed insospettiti intervenivano bloccando il conducente dell’auto e Mandalà, che era la persona che si trovava all’interno della villa, il quale stava cercando di allontanarsi dall’inferriata. Le perquisizioni effettuate consentivano di rinvenire all’interno dell’autovettura, proprio sotto il freno a mano, una bustina contenente 0,6 grammi di marijuana, mentre nelle tasca del 43enne veniva trovata una banconota di cinque euro. Mandalà è stato denunciato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina per cessione di stupefacenti e, contestualmente, è stata avanzata la richiesta di aggravamento della misura cautelare cui l’uomo era sottoposto. La richiesta di aggravamento della misura cautelare è stata accolta dal G.I.P. del Tribunale di Messina ed oggi, in esecuzione della misura cautelare della custodia in carcere emessa in sostituzione di quella degli arresti domiciliari, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestato il 43enne conducendolo presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

Nascondeva cento grammi di stupefacente in casa, arrestato 42enne messinese


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 16,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato in flagranza di reato, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, Vincenzo Costantino, 42 anni messinese, già arrestato dai carabinieri lo scorso giugno per lo stesso reato. A conclusione di prolungati appostamenti nel rione di San Giovannello, i militari hanno fatto irruzione all’interno delle abitazioni di persone note alle Forze dell’Ordine attorno alle quali erano stati rilevati movimenti sospetti, tra cui anche in quella del 42 enne. La perquisizione domiciliare a carico di quest’ultimo, ha permesso di rinvenire quasi 100 grammi di stupefacente, tra marijuana e hashish, un bilancino di precisione perfettamente funzionante, un tritaerba e una somma di denaro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. L’uomo, che non ha opposto resistenza all’arresto, stamattina è stato processato per direttissima, conclusosi con la sottoposizione alla misura degli arresti domiciliari e l’applicazione del braccialetto elettronico.

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\libraries\joomla\database\driver\mysqli.php on line 209

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\libraries\joomla\database\driver\mysqli.php on line 209