In vacanza nel messinese, arrestata 42enne ceca per bancarotta fraudolenta


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

È stato eseguito dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Taormina, il provvedimento di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano – Ufficio Esecuzioni Penali, nei confronti di Lenka Zavrelova, cittadina ceca di 42 anni. La donna è ritenuta responsabile del reato di bancarotta fraudolenta. La stessa, rintracciata presso una struttura alberghiera della costa ionica dove alloggiava insieme alla figlia, è stata condotta presso la Casa Circondariale di Messina e dovrà scontare la pena residua della reclusione di 3 anni.

Prende per il collo la moglie e la sbatte contro il lavello, picchia anche la sorella che era intervenuta


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce. Questi i reati per i quali i poliziotti delle Volanti hanno proceduto all’arresto di un venticinquenne messinese. Vittime dell’uomo la compagna e la sorella, entrambe conviventi nell’appartamento in cui ha avuto luogo l’ultimo di una lunga serie di episodi di violenza e maltrattamenti. L’uomo, con problemi di tossicodipendenza, nelle scorse settimane si è più volte reso responsabile di minacce e atti di violenza psicologica e fisica nei confronti dei congiunti rendendo necessario in più occasioni l’intervento delle Forze dell’Ordine. Ad inizio mese, l’uomo è stato denunciato anche per  i reati di estorsione nei confronti della madre e per la rapina ad una tabaccheria da cui aveva ricavato la somma di 50 euro. Le richieste di denaro per l’acquisto di sostanza stupefacente sono nel tempo diventate sempre più pressanti sino a degenerare in atti di vandalismo contro mobili e suppellettili nonché aggressioni fisiche nei confronti dei familiari.

Ieri, a scatenare l’ira dell’uomo, futili motivi, il pranzo domenicale. Alla presenza di figli e nipoti, il venticinquenne ha preso per il collo la compagna sbattendola contro il lavello. Alla sorella intervenuta in aiuto della cognata, non ha risparmiato calci e pugni, distruggendo nel frattempo qualsiasi cosa gli venisse a tiro. All’arrivo dei poliziotti, l’intera cucina era stata messa a soqquadro, pensili, mobili, piatti distrutti, la porta d’ingresso danneggiata, tracce di sangue ovunque. Anche in presenza dei poliziotti, l’uomo non ha esitato ad insultare e minacciare la moglie. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il venticinquenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso un'altra abitazione.

Tenta di estorcere denaro ad un commerciante e lo minaccia, arrestato 50enne di Barcellona P.G.


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I poliziotti del Commissariato di Barcellona P.G. hanno eseguito l’ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale del Longano, a carico di B.E., barcellonese di 50 anni, ritenuto responsabile dei reati di tentata estorsione e minacce. Il cinquantenne, lo scorso 17 agosto, aveva tentato di estorcere 200 euro al titolare di un negozio di Barcellona P.G. e, non avendoli ricevuti, si allontanò minacciando la vittima di farle del male qualora al suo ritorno non gli sarebbero stati consegnati. L’attività info-investigativa, avviata immediatamente dai poliziotti del Commissariato di Barcellona P.G., ha permesso di individuare l’autore dei fatti ed addebitargli specifiche responsabilità penali per la sua condotta.

Droga all'interno di un'associazione dilettantistica sportiva, arrestato il titolare


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Con la copertura di essere il titolare di un’associazione sportiva dilettantistica, del centro cittadino, il pregiudicato quarantenne catanese, Giuseppe Bonifacio, servendosi della complicità di un quarantanovenne pregiudicato messinese, esercitava attività si spaccio di sostanze stupefacenti. I movimenti furtivi di diverse persone che entravano nel circolo, per poi uscirne dopo pochi minuti, non sono sfuggiti all’attenzione dell’equipaggio di una volante della Polizia di Stato che svolgeva un normale servizio di controllo del territorio. I poliziotti, insospettiti che si stesse consumando un’attività illecita, con l’ausilio di altre due Volanti, sono intervenute all’interno del locale ed hanno effettuato un'attenta perquisizione, rinvenendo e sequestrando marijuana, abilmente occultata all’interno di un forno a microonde ed di un case di un DVR, già suddivisa in 6 dosi da circa 25 grammi ciascuna. Rinvenuti un bilancino di precisione, del materiale per il confezionamento e del denaro, ritenuto provento dell’attività illecita. La perquisizione, estesa all’autovettura ed all’abitazione del quarantenne, ha permesso di rinvenire e sequestrare, inoltre, circa 500 grammi di marijuana ed un panetto di hashish, nascosti all’interno di un case di PC. Nel salone della sua abitazione, sono stati trovati ulteriori due involucri di cellophane contenenti ciascuno 5 grammi di marijuana. Pertanto, Giuseppe Bonifacio è stato arrestato e, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, tradotto presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi e, insieme al complice denunciato in stato di libertà, dovrà rispondere del reato in concorso di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I locali dell'associazione sono stati sottoposti a sequestro.

Ai domiciliari dopo aver scippato due donne, evade e i carabinieri lo rinchiudono in carcere


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Si era reso protagonista di due scippi in un mese, nei confronti di altrettante donne ed aveva usufruito degli arresti domiciliari, adesso è stato rinchiuso in carcere. Si tratta del 23enne Vladimir Rinaldi. I militari sono andati a bussare a casa del giovane per notificargli un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria con cui lo stesso veniva autorizzato a spostare il luogo di detenzione presso un altro domicilio. Inspiegabilmente il 23enne, attraverso una porta secondaria, è fuggito rendendosi responsabile di evasione. I militari hanno diramato le ricerche del giovane che è stato trovato, poco dopo, nascosto in un condominio limitrofo al proprio e arrestato. Quindi è stato condotto in caserma e, successivamente, sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del processo con rito direttissimo. Al termine dell’udienza, l’arresto effettuato dai militari dell’Arma è stato convalidato e nei confronti del 23enne è stata applicata dal Giudice la misura della custodia cautelare in carcere.

Ai domiciliari, in permesso lavoro spaccia droga a Villa Sabin dove faceva manutenzione


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno eseguito un ordinanza di aggravamento della misura cautelare a carico del 43enne messinese Davide Mandalà. L’uomo era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari – per reati inerenti gli stupefacenti avvenuti nel febbraio di quest’anno, con l’autorizzazione di lasciare il proprio domicilio nell’arco della mattina per poter lavorare ed, in particolare, collaborava alla manutenzione del verde pubblico presso la Villa “Sabin” in viale della Libertà. Alcuni giorni fa, durante l’orario di lavoro, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, lo hanno sorpreso mentre cedeva una dose di marijuana ad un conoscente che era in sosta, a bordo di un’auto, all’esterno della Villa comunale di Viale Libertà. I militari notavano lo strano comportamento del conducente dell’auto che affiancava il proprio veicolo all’inferriata che circonda la villa e sporgeva il braccio dal finestrino, scambiando qualcosa con una persona all’interno della Villa ed insospettiti intervenivano bloccando il conducente dell’auto e Mandalà, che era la persona che si trovava all’interno della villa, il quale stava cercando di allontanarsi dall’inferriata. Le perquisizioni effettuate consentivano di rinvenire all’interno dell’autovettura, proprio sotto il freno a mano, una bustina contenente 0,6 grammi di marijuana, mentre nelle tasca del 43enne veniva trovata una banconota di cinque euro. Mandalà è stato denunciato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina per cessione di stupefacenti e, contestualmente, è stata avanzata la richiesta di aggravamento della misura cautelare cui l’uomo era sottoposto. La richiesta di aggravamento della misura cautelare è stata accolta dal G.I.P. del Tribunale di Messina ed oggi, in esecuzione della misura cautelare della custodia in carcere emessa in sostituzione di quella degli arresti domiciliari, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno arrestato il 43enne conducendolo presso la casa circondariale di Messina Gazzi.

Nascondeva cento grammi di stupefacente in casa, arrestato 42enne messinese


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato in flagranza di reato, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, Vincenzo Costantino, 42 anni messinese, già arrestato dai carabinieri lo scorso giugno per lo stesso reato. A conclusione di prolungati appostamenti nel rione di San Giovannello, i militari hanno fatto irruzione all’interno delle abitazioni di persone note alle Forze dell’Ordine attorno alle quali erano stati rilevati movimenti sospetti, tra cui anche in quella del 42 enne. La perquisizione domiciliare a carico di quest’ultimo, ha permesso di rinvenire quasi 100 grammi di stupefacente, tra marijuana e hashish, un bilancino di precisione perfettamente funzionante, un tritaerba e una somma di denaro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. L’uomo, che non ha opposto resistenza all’arresto, stamattina è stato processato per direttissima, conclusosi con la sottoposizione alla misura degli arresti domiciliari e l’applicazione del braccialetto elettronico.

Chiama i soccorsi per il motorino bruciato, ma nei suoi confronti pendeva un ordine di carcerazione


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Chiama i soccorsi poiché il suo ciclomotore si era incendiato; sfortunatamente per lui, sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme, sono giunti anche i Carabinieri i quali hanno svolto degli immediati ed accurati controlli sull’uomo, appurando che era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina – Ufficio Esecuzioni Penali, poiché doveva espiare la pena definitiva di 8 mesi di reclusione. Il provvedimento restrittivo è scaturito dalle indagini svolte a carico del cittadino romeno nel 2015 da militari della Compagnia Carabinieri di Messina Sud, che avevano consentito di comprovare continue condotte vessatorie e persecutorie ai danni della ex convivente per le quali egli era stato processato e condannato. L'uomo, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto dove dovrà espiare la pena.

 

 

Al culmine di una lite, dà fuoco alla sua ex e al suo nuovo compagno


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

I carabinieri di Taormina e di Giarre hanno arrestato un uomo di 57 anni accusato di avere dato fuoco alla sua ex e al nuovo compagno della donna al culmine di una lite. Addosso ai due l'uomo ha versato liquido infiammabile e poi ha lanciato una pezza in fiamme ed è fuggito ma è stato bloccato dai carabinieri di Mascali (Ct). La donna, di origini bulgare, è stata trasferita nel centro grandi ustioni del Civico a Palermo ed è in prognosi riservata, con ustioni sul 40% del corpo. L'altra vittima si trova nell'ospedale Cannizzaro di Catania con ustioni sul 30% del corpo.

Aggredisce una donna e le ruba il portafogli, arrestato 22enne russo


Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 82
Oct 17,
Notice: Undefined property: K2ViewItemlist::$item in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83

Notice: Trying to get property of non-object in D:\inetpub\vhosts\infomessina.it\httpdocs\templates\ts_dailytimes\html\com_k2\templates\default\tag.php on line 83
2018

Pedinata e aggredita alle spalle, spodestata del proprio portafogli in pieno giorno, in una ziona del centro cittadino ed a volto scoperto da un giovane che, messo a segno il colpo, è fuggito. E’ successo ieri mattina ad una donna che, uscita da una farmacia, è stata raggiunta e scippata con violenza da un uomo di cui, nonostante la paura, è riuscita a memorizzare elementi utili ai fini dell’identificazione. L’intervento dei poliziotti delle Volanti è stato immediato, hanno rassicurato la vittima, l'hanno ascoltata si mettono alla ricerca del malvivente.

La visione di alcune immagini registrate da una telecamera di videosorveglianza dell’area interessata all’evento, ha permesso agli agenti di riconoscerne l’autore già noto, tra l’altro, per i numerosi precedenti anche specifici. Si tratta di Vladimir Rinaldi, russo di 22 anni, intercettato nei pressi della propria abitazione con addosso gli stessi vestiti usati per la rapina ai danni della donna. Il giovane ha accennato ad una timida fuga scoraggiata dalla prontezza dei poliziotti che gli hanno trovato addosso, custodita nella tasca dei pantaloncini, la somma di denaro asportata. Il portafogli è stato recuperato, con ancora all’interno documenti d’identità e carte bancomat, in altro luogo indicato dal responsabile che se ne era disfatto poco prima. Condotto presso gli Uffici di polizia, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa di rito per direttissima.

 

 

 

 

Vi informiamo che utilizziamo dei cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. Maggiori informazioni sono sulla pagina privacy.Grazie To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information