Varato un nuovo galleggiante della Marina militare, realizzato nell’arsenale di Messina

L’Agenzia Industrie Difesa annuncia il varo di un galleggiante GL 794 nell’Arsenale Militare di Messina, destinato alla Marina Militare. Il mezzo, varato il 20 luglio, segue un altro galleggiante GL 793 dello scorso marzo.

La costruzione del natante realizzato “in house” presso l’Arsenale messinese ha goduto dell’esperienza maturata dalle maestranze nel corso della prima costruzione. Pertanto, sono stati perfezionati e velocizzati alcuni processi produttivi come l’assemblaggio delle strutture interne e la gestione dei mezzi di sollevamento di cantiere.

La commessa, comprendente cinque galleggianti di uso locale, è stata fortemente auspicata dalla Marina Militare. Già dalla prima lavorazione l’attività è stata frutto di elementi di lavoro via via perfezionati, facendo leva sui processi interni allo Stabilimento quali l’applicazione del controllo di qualità ISO 9001 e quello della gestione ambientale ISO 14000 unita ai punti di forza delle maestranze interne allo Stabilimento.

Anche in questo caso, le operazioni di varo si sono svolte senza alcuna problematica, alla presenza del direttore dell’esecutore contrattuale designato dal Comando Logistico per la Marina. Nelle prossime settimane il galleggiante sarà dislocato presso una delle basi navali della Marina Militare.

“Operazioni di questo genere confermano la capacità dell’Agenzia Industrie Difesa e delle nove Unità Produttive ad essa affidate di rappresentare un partner strategico per il sistema Difesa, al servizio delle Forze Armate”, commenta il Direttore Generale dell’AID, Nicola Latorre.