Coup de theatre di Cateno De Luca, al termine di una diretta fiume strappa le dimissioni

Alla fine la suspance è terminata. Con una trama degna della miglior serie tv, il sindaco di Messina Cateno De Luca, ha deciso di non dimettersi. Non è la prima volta che accade, ma stavolta aveva fatto credere fino alla fine che la decisione sarebbe stata irrevocabile. Dopo una lunga diretta Facebook, durante la quale il primo cittadino è partito dalla preistoria politica, percorrendo tutto il suo percorso che lo ha portato fino all’elezione a primo cittadino, poco prima di mezzanotte ha inscenato il colpo di teatro finale. Dopo aver stappato una bottiglia di un noto spumante trentino, ha riempito i calici con i nomi di coloro i quali, a suo dire, sono i suoi nemici giurati, ha strappato in diretta le dimissioni e, infine, ha appeso un cartello dietro la porta della sua stanza, con su scritto: “vietato l’ingresso agli asini volanti”. Un chiaro riferimento ai consiglieri comunali che non hanno votato la mozione Pergolizzi. Infine, Cateno De Luca ha preannunciato che non parteciperà più ad alcun consiglio comunale, fino a quando il presidente sarà Claudio Cardile reo, a suo parere, di aver condotto i consigli in violazione di legge.