Difficoltà ad eseguire collaudo sismico bretella svincolo Giostra, Sicilia Futura: “Cosa c’è dietro l’angolo?”

Sicilia Futura mette nero su bianco le preoccupazioni di molti cittadini che in questi giorni si sono visti seriamente limitati nell’eseguire spostamenti verso la zona nord della città e più in generale nel versante tirrenico via autostrada.

Il capogruppo del movimento che fa riferimento all’ex deputato regionale Beppe Picciolo, evidenzia come da molti anni si attende la possibilità di usufruire delle rampe di accesso e di uscita dallo svincolo di Giostra e delle rampe di collegamento (dette bretelle) dirette alla galleria Annunziata.

“Ad oggi – ha evidenziato il capogruppo Piero La Tona – permangono le condizioni di disagio pluriennali accentuate, peraltro, dalla realizzazione dei lavori del Viadotto Ritiro, che è parte integrante del sistema viario collegato agli svincoli in questione

Dall’esito di riunioni ufficiali – ha proseguito La Tona – tra le varie Istituzioni interessate è emersa la volontà di chiudere al transito, da e per Messina, il raccordo autostradale Giostra-Annunziata per un lungo e non meglio specificato periodo di tempo. Tra le motivazioni tecniche esposte ci sarebbe l’oggettiva difficoltà ad eseguire un nuovo collaudo sismico della già realizzata “bretella” di collegamento tra lo svincolo Giostra e la galleria Annunziata, la cui mancata definitiva apertura sarebbe alla base dei rilievi posti dalle Autorità di pubblica sicurezza, relativamente allo stazionamento (per le lunghe code) e circolazione degli autoveicoli sulle rampe di svincolo nelle varie direzioni di marcia”.

Siamo quindi estremamente preoccupati – ha ricordato l’esponente di Sicilia Futura – perché il pregiudizio che deriverebbe dalla preannunciata chiusura del sistema di svincolo autostradale, sarebbe tale da mettere a rischio la sicurezza della intera Città di Messina con il prevedibile contestuale collasso viario degli svincoli del Boccetta e del Viale Europa su cui si concentrerebbe l’intero traffico automobilistico cittadino per accedere alla rete del CAS.

La rete di emergenza-urgenza, da e per la zona Nord, sarebbe messa a grande rischio di inefficienza e sicurezza in via ordinaria – ha concluso – senza neanche voler pensare al malaugurato caso di grave calamità ed evidenzio che a tutt’oggi, nel silenzio più totale, nessuna Amministrazione o Ente hanno fatto presente al Consiglio Comunale di aver attivato particolari procedure giuridiche o tecniche di rivalsa su chi ha realizzato, seguito o collaudato tale opera (sistema svincoli autostradali e bretelle) che, a questo punto, sarebbe nata già vecchia e comunque non conforme alle attuali prescrizioni di legge”.

Stante queste considerazioni i Consiglieri Comunali Piero La Tona, Nino Interdonato e Daria Rotolo, interrogano l’Amministrazione affinché faccia chiarezza sui reali motivi dell’annunciata e prevista chiusura del sistema viario del Giostra-Annunziata, nonché delle soluzioni alternative proponibili. Inoltre chiedono di conoscere le vie di sicurezza o di fuga alternative predisposte per la popolazione della zona Nord della Città e della Rete Ospedaliera ad essa collegata e sull’argomento si richiede l’immediata fissazione per la trattazione in Consiglio Comunale.