Nicoletta D’Angelo lascia “Ora Messina” e transita al Gruppo Misto

Dopo la decisione del cambio di capogruppo all’interno del gruppo consiliare “Ora Messina”, con il conseguente defenestramento del consigliere comunale Nicoletta D’Angelo, la stessa ha deciso di formalizzare l’iscrizione al Gruppo Misto, in attesa di più approfondite valutazioni.

“Non avendo interesse ad alimentare sterili polemiche ed affrancandomi da chi, trinceratosi dietro vacui paroloni e altisonanti riferimenti, mal cela la propria insipienza umana e politica -afferma Nicoletta D’Angelo-, mi limito a ricordare che i miei veri riferimenti ed i miei più preziosi alleati sono i messinesi, grazie ai quali, oggi  procedo ancor più motivata, per perseguire quell’obiettivo iniziale che ha animato la mia candidatura e le mie scelte, vale a dire mettermi al servizio della mia città e concorrere a rendere Messina una città migliore, senza pregiudizi o pretestuosi ordini di scuderia. Continuo, quindi, in maniera laica, a valutare le singole delibere proposte dall’Amministrazione De Luca, votando quelle che mi convinceranno e cercando di emendare quelle che, a mio parere, meriteranno di essere modificate”.

In merito al sindaco Cateno De Luca, Nicoletta D’Angelo ha una sua precisa idea e la esterna senza mezzzi termini: “In riferimento al Sindaco De Luca, al netto di alcune esternazioni esasperate ed esasperanti, al netto di taluni comportamenti folkloristici, credo che nessuno, in piena coscienza, possa metterne in discussione l’impegno, la preparazione e la visione strategica.

Ha avuto un’ampia apertura di credito da parte dei cittadini che, votandolo, lo hanno scelto come Sindaco ed e’ giusto che lo faccia fino a completamento naturale del mandato, dopo di che, com’è giusto che sia, saranno i cittadini a valutarne l’operato confermandolo o bocciandolo. Oggi, in tutta onestà, l’unico avversario credibile di De luca e’  De Luca stesso.

Mi limito sommessamente a notare -conclude- che, in questo ormai quasi biennio, tranne che mostrare i muscoli e fare i fenomeni sui social, nessuno si sia posto come alternativa  a De luca o peggio ancora abbia proposto iniziative politiche pubbliche significative ed in qualche modo alternative all’idea di città di questa amministrazione”.