Polizia Metropolitana e fototrappole per contrastare gli incivili a Messina

Sono 40 gli agenti della polizia metropolitana che saranno impiegati per un servizio continuativo di vigilanza e repressione mediante l’utilizzo di 20 fototrappole a raggi infrarossi che consentiranno di accertare le violazioni sia di giorno che di notte. Sono stati individuati i punti che si trovano sia in città che lungo i torrenti, dove vengono abbandonati giornalmente rifiuti e scarti di attività edilizie. A questo riguardo è stata già avviata dalla Polizia Metropolitana una intensa attività di controllo dei cassoni parcheggiati lungo le vie pubbliche e che vengono utilizzati come siti di raccolta temporanea, multando chi non è in regola. La Polizia Metropolitana farà un censimento delle automobili abbandonate nel territorio comunale, provvedendo ad ordinare ai proprietari il recupero delle carcasse da avviare alla rottamazione o eseguendo lo smaltimento con spese a carico degli stessi. Saranno censite anche le istallazioni cartellonistiche, per eliminare quelle abusive e sanzionare le ditte che mandano i propri operai ad attaccare i manifesti.