Intitolazione sala stampa a Mino Licordari, Accorinti non lo ha fatto, ci pensi De Luca

Il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto, ha inoltrato una richiesta all’attuale amministrazione comunale, per fare intitolare la sala stampa dello stadio Franco Scoglio, al giornalista Mino Licordari, scomparso improvvisamente il 21 marzo 2016. La sua vita è stata condizionata dalla passione per il calcio e, tramite, le tv locali messinesi, ha raccontato sempre le gesta della gloriosa maglia giallorossa. “Eppure -afferma Cacciotto- nonostante sia generalmente riconosciuta la figura di Mino Licordari, lo spessore umano, la capacità giornalistica, l’apoteosi calcistica per il Messina, la precedente amministrazione, nonostante le richieste, non è riuscita a fare una cosa semplicissima: intitolare la sala stampa dello stadio Franco Scoglio proprio a lui, Mino Licordari”. Cacciotto sottolinea che si tratta dell’intitolazione di una semplica sala stampa, il minimo come tributo per un personaggio che respirava calcio messinese, che è riuscito con la sua esaltante “parlantina” a fare rimanere davanti al piccolo schermo tanti e tanti messinesi. Pertanto il consigliere della terza Circoscrizione, chiede alla nuova amministrazione targata De Luca e al nuovo Assessore allo Sport, Giuseppe Scattareggia, di fare un gesto semplice ma dal grande significato umano e sportivo per l’intera città: procedere alla cerimonia di intitolazione della sala stampa dello Stadio di Calcio San Filippo – Franco Scoglio alla memoria di Mino Licordari. “Non ci vogliono risorse economiche -prosegue Cacciotto-, non ci vuole programmazione, non ci vuole nulla di particolare se non la semplice volontà. Sarebbe anche l’occasione -conclude- per un altro passaggio tralasciato col massimo disinteresse dalla passata Amministrazione: procedere ufficialmente alla cerimonia di intitolazione dello Stadio San Filippo al “Prof.” Franco Scoglio visto che neanche questo passaggio è stato consumato”.