Ordinanza De Luca, a Messina saranno abbattuti gli alberi a rischio crollo nel perimetro urbano

Con ordinanza sindacale, è stata affidata a Saverio Tignino, agronomo specialistica in Arboricoltura, di effettuare la valutazione della stabilità della pianta parzialmente crollata sabato scorso, unitamente alle altre piante allocate nel tratto di via T. Cannizzaro, tra via Cesare Battisti e viale Italia, che presentano evidenti sintomi di pericolosità. L’incarico, con tempo di esecuzione stimato in sei mesi naturali e consecutivi, salvo riconoscimento proroghe, è esteso all’intero patrimonio arboreo cittadino, villaggi inclusi, e deve espletarsi con l’immediata segnalazione degli alberi ritenuti a rischio crollo. Al dipartimento Cimiteri – Verde Pubblico è stato dato mandato di individuare, con tempestività, avvalendosi della consulenza specialistica dell’agronomo Tignino, gli alberi dichiarati a immediato pericolo di crollo, insistenti sulla via Tommaso Cannizzaro, e procedere al relativo loro abbattimento avvalendosi del contratto già in essere nei limiti delle disponibilità finanziarie o di comunicare formalmente al Sindaco, a seguito del deposito dello studio finale sull’intero patrimonio arboreo, le eventuali risorse aggiuntive che si rendessero necessarie per il completamento degli interventi e per la consequenziale copertura finanziaria della spesa. Il dipartimento Mobilità Urbana procederà, con assoluta urgenza, agli adempimenti di competenza in materia di Codice della Strada. Ove fossero ravvisati pericoli di ulteriori imminenti crolli di alberi, giuste risultanze della prestazione specialistica i dirigenti dei dipartimenti competenti provvederanno, nell’ambito delle rispettive attribuzioni, a porre in essere ogni iniziativa atta ad assicurare la tutela della privata e pubblica incolumità. In particolare attraverso la delimitazione preventiva delle aree interessate da parte del dipartimento Mobilità Urbana, e la successiva tempestiva rimozione dello stato di pericolo da parte del dipartimento Cimiteri e Verde Pubblico. L’assistenza, ai fini della sicurezza della viabilità pedonale e stradale, anche con interdizioni transitorie, sarà garantita dal Corpo di Polizia Municipale, in accordo con gli altri dipartimenti interessati.