La Polizia di Stato e la Capitaneria di Porto sequestrano oltre un quintale di pesce avariato

I poliziotti del Distaccamento della Polizia Stradale di Barcellona Pozzo di Gotto, congiuntamente a personale della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Milazzo, nel corso di specifici servizi di vigilanza e controllo sulla filiera dei trasporti commerciali dei prodotti ittici, hanno sequestrato circa 100 kg di prodotti ittici non idonei al consumo umano.

In prossimità del casello autostradale di Villafranca Tirrena, è stato controllato un mezzo di una società di vendita all’ingrosso di prodotti ittici, il quale trasportava del pesce fresco. Al controllo, il pescato è risultato privo delle “etichette” indicanti la provenienza e il mezzo non risultava idoneo poiché privo del gruppo frigo e delle relative certificazioni.

L’intero quantitativo di pesce è stato, pertanto, sottoposto a sequestro per violazione della vigente normativa in materia di sicurezza alimentare (D. Lgs. 193/2007) mentre il personale dell’ASP di Messina, appositamente intervenuto, ha ritenuto il pesce non idoneo al consumo umano, disponendone la distruzione.

A conclusione dell’attività, inoltre, sono state elevate sanzioni amministrative pari a 1.000 euro per la violazione della predetta normativa e a 1.500 euro per la mancata tracciabilità del pescato.

Sono in corso e saranno intrapresi ulteriori controlli a salvaguardia della salute e della sicurezza dei cittadini.

Foto Archivio