Costruisce fabbricati e installa la sua azienda in un terreno demaniale regionale

Capri Leone (ME): sequestrata dai Carabinieri una vasta area demaniale occupata abusivamente da un’azienda di produzione nel settore edilizio. Denunciato un imprenditore.

I Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello, hanno proceduto al sequestro di una vasta area ricadente sul pubblico demanio fluviale, occupata abusivamente da un’azienda che opera nel territorio del comune di Capri Leone e hanno denunciato in stato di libertà il proprietario della ditta, ritenuto responsabile di occupazione abusiva aggravata poiché commessa su area demaniale.

I militari hanno sottoposto a sequestro, nella frazione Rocca del comune di Capri Leone, un’area di oltre 7.000 mq. appartenente al demanio fluviale regionale, in parte ricadente nell’alveo del torrente Zappulla, la quale, dalle verifiche effettuate, era stata occupata abusivamente da un’azienda del settore edilizio.

La ditta, senza essere in possesso di alcuna autorizzazione, aveva occupato il terreno demaniale utilizzandolo, in parte, quale area di produzione sulla quale erano state installati permanentemente i relativi macchinari e, in parte, quale sito di stoccaggio dei manufatti finiti, depositati in maniera incontrollata e non autorizzata. All’interno della stessa area erano stati realizzati, inoltre, alcuni fabbricati in cemento armato.

L’intera area, dopo le formalità di rito, è stata affidata in custodia giudiziale ad un Funzionario designato dal Dipartimento del Demanio Regionale di Palermo.