Omicidio Concetta Gioè, ritrovata la borsa della donna uccisa a Messina

Nel corso dello sviluppo delle indagini condotte attraverso la visione di ulteriori immagini acquisite dai sistemi di video sorveglianza presenti nella zona del delitto, i Carabinieri della Compagnia Messina Centro hanno ricostruito una parte del percorso effettuato a piedi per le vie del centro cittadino dal presunto assassino di Concetta Gioè, accoltellata nella notte dell’11 settembre mentre dormiva nei pressi di un ingresso della Chiesa di Santa Caterina.

I Carabinieri hanno così rinvenuto, in un’aiuola nei pressi della stazione ferroviaria, la borsa di cui il 70 enne fermato dai Carabinieri, Pietro Miduri, si era impossessato e che conteneva ancora gli effetti personali della vittima.

Le indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale di Messina coordinate dalla locale Procura della Repubblica proseguono per acquisire ulteriori elementi, anche a seguito dell’autopsia sul corpo della donna che è stata effettuata nella serata di ieri, attraverso gli accertamenti tecnico scientifici che saranno svolti nei prossimi giorni.