Maestra 40enne trovata morta ai piedi del viadotto Bordonaro, indaga la Procura

L’unica certezza è che una donna di 40 anni di Villafranca Tirrena di professione insegnante di scuola primaria, ha perso la vita ed è stata trovata morta, dopo la mezzanotte, ai piedi del viadotto Bordonaro lungo la Tangenziale di Messina. La donna era sposata e aveva due figli piccoli. In un primo momento sembrava trattarsi di un incidente, poi l’ipotesi suicidio. Ma la Procura della Repubblica ha aperto  una inchiesta le indagini  sono state avviate dalla Polizia Stradale che ha effettuato i rilievi tecnici.
Sono stati alcuni automobilisti in transito sulla Tangenziale a notare un’auto ferma sulla carreggiata e avvisare la Polstrada. Gli agenti giunti sul posto hanno trovato l’autovettura che presentata diverse ammaccature sulla carrozzeria anteriore, ma all’interno dell’abitacolo non c’era nessuno. Poi la tragica scoperta: ai piedi del viadotto giaceva il cadavere della donna. Da una prima ricostruzione dei fatti, l’auto, a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, avrebbe sbandato e urtato contro i guard-rail. Gli inquirenti escludono che la donna possa essere sbalzata fuori dall’abitacolo a causa dell’urto, anche perché sportelli e finestrini sono stati trovati chiusi. Si pensa a un atto estremo effettuato dalla 40enne dopo l’incidente, ma restano da comprendere i motivi per cui lo avrebbe fatto.