Incendia l’auto del nuovo compagno dell’ex fidanzata, 29enne arrestato

I Carabinieri della Stazione di Patti hanno arrestato un 29enne del luogo, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori aggravati ai danni della ex fidanzata e del nuovo compagno della donna.

Nel comune di Montagnareale era stata segnalata una vettura in fiamme. Le indagini avviate dai Carabinieri hanno consentito di accertare chi fosse l’usuario dell’autovettura, completamente distrutta dall’incendio, e ricostruire la sua cerchia relazionale, venendo così a conoscenza che l’uomo aveva da poco avviato una relazione con una ragazza abitante in un vicino paese della Costa Saracena. In zona era presente anche l’ex fidanzato della donna, che il giorno precedente si era peraltro presentato presso l’abitazione della ex partner con il proposito di chiarire aspetti relativi alla relazione da poco conclusa. Il giovane ha preteso di visionare i contenuti dello smartphone della ex fidanzata e, al rifiuto, l’ha aggredita verbalmente e fisicamente, danneggiandole il telefono cellulare.

Il giorno seguente, l’arrestato, prima di incendiare l’autovettura del nuovo compagno della donna, aveva continuato a insultare l’ex fidanzata con telefonate e messaggi, ingenerandole un perdurante e grave stato d’ansia, oltre che un fondato timore per l’incolumità propria e del suo attuale compagno.

Sono gravi gli indizi di colpevolezza a carico del 29enne che hanno permesso al sostituto Procuratore della Repubblica di Patti, Andrea Apollonio, la rapida richiesta del provvedimento cautelare detentivo, eseguito ieri.

Al termine delle formalità di rito il 29enne è stato condotto presso la propria abitazione e ristretto in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.