Messina, aggressione in pieno centro con calci, pugni e colpi di bottiglia, arrestati due giovani

Un aggressione in pieno centro per futili motivi, che ha causato danni permanenti alla vittima per aver ricevuto calci, pugni e colpi di bottiglia, hanno attivato le indagini della Polizia di Stato che ha arrestato gli autori. Lesioni aggravate il reato contestato a un 20enne e un 29enne messinese che sono stati rinchiusi ai domiciliari.

Le indagini effettuate dalla Polizia di Stato e coordinate dall’Autorità Giudiziaria, hanno permesso di individuare gli autori e delinearne le responsabilità in merito ad una violenta e assurda aggressione che ha avuto luogo nella notte dell’8 marzo scorso, in centro città.

I destinatari dell’odierna misura ccautelare, in concorso tra loro, hanno aggredito la vittima sferrandogli un violento pugno al volto. Una volta a terra, hanno continuato a infierire sul suo corpo con ripetuti calci e pugni, colpendolo altresì con una bottiglia in vetro e causandogli danni permanenti.

La ricostruzione dei fatti operata dai poliziotti, ha evidenziato l’assoluta arbitrarietà del violento pestaggio messo in atto per una banale controversia. L’analisi delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza ha infine confermato quanto accaduto e completato il lavoro di indagine con la consequenziale emissione di ordinanza.