Stangato informatore scientifico che aveva abbandonato farmaci a Faro Superiore

Si intensifica l’attività di controllo del Reparto Ambientale del servizio di Polizia Specialistica guidata dal Commissario Giovanni Giardina, comandante vicario del Corpo di Polizia Municipale di Messina. Attenzionata, ancora una volta la via Don Blasco, dove numerosi cittadini, provenienti da altre zone della città servite dalla raccolta differenziata, andavano a conferire i propri rifiuti nei cassonetti e intorno agli stessi. I cittadini, spesso a bordo di furgoni carichi di rifuti, sono stati immortalati dalle numerose fototrappole installate in diversi punti della zona. La medesima attività è stata  svolta in altre zone, considerate critiche dall’ispettore Giacomo Visalli coordinatore del Reparto Ambientale, ed è in programmazione su tutto il territorio cittadino. Nel pomeriggio individuata il responsabile dell’abbandono di una consistente quantità di rifuti urbani pericolosi costituiti da farmaci. Un informatore scientifico, tradito dai dati sensibili ritrovati tra i rifuti abbandonati a Faro Superiore, è stato verbalizzato ai sensi degli artt. 192 e 255 D.Lgs 152/06 e per tale violazione dovrà pagare la somma di 1.200€.