Rapina al Compro Ora di Sant’Agata, arrestati i due autori

Arresto lampo della Polizia di Stato che ha assicurato in poche ore alla giustizia i due rapinatori che ieri, intorno alle 13, si erano introdotti, travestiti da carabinieri, in un Compro Oro del villaggio Sant’Agata di Messina, immobilizzandoo e picchiando i dipendenti, razziando preziosi e denaro per 2000 euro.

I due avevano finto di effettuare un controllo di routine, per poi palesare le proprie intenzioni.

Immediatamente sono scattate le indagini degli agenti della Squadra Mobile di Messina che, dopo aver ascoltato i testimoni, hanno visualizzato le immagini registrate delle telecamere di video sorveglianza dell’esercizio commerciale rapinato e di altri della zona.

I poliziotti sono riusciti a ricostruire le fasi della rapina, seguendo anche la loro fuga. I due dopo la rapina erano fuggiti a bordo di una Fiat Punto rubata a Villafranca Tirrena, abbandonata dopo circa un chilometro, e hanno proseguito la fuga a bordo di una Fiat 500 X presa a noleggio dotata di Gps, imboccando l’autostrada Messina-Catania. Anche in virtù del marcato accento dei due rapinatori, la Questura di Messina ha lavorato in sinergia con quella di Catania, ruscendo a bloccare i due rapinatori all’altezza di Acireale. Si tratta di Domenico Stelo di 43 anni e Salvatore Saraceno di 41 anni, entrambi di Augusta (Sr).

All’interno della vettura e indosso ai malviventi sono stati rinvenuti diversi oggetti riconducibili alla vittima. Sono state recuperate la somma di 1.600 euro e due divise dell’Arma dei Carabinieri, complete di accessori,  utilizzate per la commissione della rapina.

I due sono stati tratti in arresto e, dopo le formalità di rito, associati presso la Casa Circondariale di Messina-Gazzi.