Incendiano rifiuti pericolosi e provocano l’esplosione di un frigo, denunciati

La polizia specialistica  ha sorpreso tre persone intente a effettuare lo smaltimento di rifiuti pericolosi attraverso la loro combustione. L’immediato intervento ha permesso di accertare, in flagranza di reato, l’illecito ambientale particolarmente grave, considerato che era un corso l’accensione di rifiuti pericolosi. I rifiuti e la porzione del sito dove era in corso la combustione sono stati sottoposti a sequestro, mentre la persona è stata denunciata ai sensi dell’articolo 256/bis della legge ambientale, che prevede pene fino a cinque anni di carcere. Ancor più grave quanto appurato successivamente dagli investigatori che sono riusciti a sorprendere due soggetti, i cui spostamenti erano attenzionati da alcuni giorni, bruciare rifiuti, anche in questo caso pericolosi. Addirittura, oltre vari rifiuti si stava alimentando la combustione dei rifiuti con un frigorifero. Attimi di tensione si sono avuti durante le fasi dell’intervento, in quanto l’elettrodomestico ancora carico di gas è esploso e non ci sono stati feriti solo per la premonizione degli agenti che hanno proceduto a disporre il mantenimento di idonee distanze dal fuoco. Anche in questo caso l’area è stata posta sotto sequestro e le persone sono state denunciate all’autorità giudiziaria per il medesimo reato ambientale accertato nella mattinata.